Martedì, 27 Luglio 2021
Politica Eur / Via dell'Agricoltura

Urbanistica, Eur spa: "Nuvola non si farà senza il sì al rilancio dell'ex velodromo"

Durante la presentazione del bilancio della società Eur spa, il presidente Mancini annuncia: "Se non è possibile fare queste valorizzazioni la Nuvola non si farà perché non si può mandare l'Eur Spa in default"

Esplode la polemica sull'urbanistica dell'Eur. A dare fuoco alle fiamme è stata la conferenza stampa di Riccardo Mancini, presidente di Eur spa, che durante la presentazione del bilancio, ha lanciato un vero e proprio sasso con Roma Capitale. "Se la commissione urbanistica di Roma Capitale non porta avanti i progetti di valorizzazione", ha detto Mancini, "in particolare il rilancio dell'area dell'ex velodromo, Eur Spa chiederà agli azionisti di intervenire. Se questo non avverrà fermeremo il cantiere della Nuvola. Se non è possibile fare queste valorizzazioni - ha poi aggiunto - la Nuvola non si farà perché non si può mandare l'Eur Spa in default. Il progetto del centro congressi resterà un mostro come le torri dell'Eur che sono lì a fianco".

"E' AUT AUT" - Durissimo il centrosinistra. Il presidente dei Verdi Lazio parla di ricatto: "Chiediamo che sulla questione sia applicata la partecipazione dei cittadini ai processi di trasformazione urbana, come prevede lo Statuto Comunale, e non siamo disposti ad accettare che l'unico concetto di valorizzazione sia quello di contribuire a far lievitare la bolla immobiliare a vantaggio delle solite lobbies politico-industriali della città". A fargli eco il presidente della commissione capitolina sulla Trasparenza Massimiliano Valeriani (Pd) che definisce il caso "il colmo dei colmi" con "un'azienda decide cosa deve fare un'amministrazione pubblica", mentre il coordinatore del Pd del Municipio XII Andrea Santoro fa notare come sia "sbagliato chiedere alle istituzioni di accelerare sull'approvazione della valorizzazione dell'area" visto che il 21 luglio si terrà un'assemblea partecipativa sul futuro dell'ex velodromo promossa proprio dal Comune di Roma.

LE PRECISAZIONI - Mancini nel pomeriggio ha poi precisato. "Il mio riferimento in conferenza stampa alla Commissione Urbanistica di Roma Capitale, per la quale peraltro nutro, come è ovvio che sia, il massimo rispetto per il lavoro svolto e per il ruolo che esercita, era in verità funzionale alla descrizione di un possibile scenario futuro, qualora l'Assemblea capitolina non ritenesse, come da sue prerogative, di approvare la proposta di trasformazione dell'area del Velodromo". Lo precisa in una nota l'amministratore delegato di Eur Spa Riccardo Mancini. "In quel caso - ha aggiunto - Eur spa, proprio in considerazione dell'impegno oneroso a costruire il Nuovo Centro Congressi, si vedrebbe costretta a chiedere un contributo finanziario ai suoi azionisti. Atteso ciò, intendo chiarire che non vi è stata da parte mia, proprio in virtù del ruolo che esercito, nessuna volontà di pressione, né tantomeno alcun tentativo di subordinare a ricatto l'operato della commissione urbanistica e dell'Assemblea Capitolina".

"Per altro verso - ha continuato Mancini - intendo ribadire a quanti continuano a sostenere che la trasformazione dell'area del Velodromo sia un'operazione a carattere privato, che la nuova proposta di riqualificazione della suddetta area prevede una trasformazione dell'area all'80% a destinazione pubblica, contro il precedente Accordo di Programma del 2007, che prevedeva nell'area di sedime storico il 70% a destinazione privata e solo il 30% a destinazione pubblica. A ciò si aggiunga che l'interesse pubblico dell'Accordo di Programma 2007 era pari a 37 milioni di euro, mentre la nuova proposta prevede un contributo straordinario per Roma Capitale pari a 56 milioni di Euro di opere e infrastrutture pubbliche (da destinarsi a verde, servizi sociali, pubblici, interventi per la mobilità). Tale intervento di valorizzazione - ha concluso l'ad di Eur Spa -, quindi, lungi dal rappresentare un'operazione speculativa a carattere privato, rappresenta semmai un esempio di nuova realizzazione che favorisce l'interesse pubblico, determinata a riqualificare un'area di pregio da anni degradata e in totale abbandono".

 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urbanistica, Eur spa: "Nuvola non si farà senza il sì al rilancio dell'ex velodromo"

RomaToday è in caricamento