Politica

Trasporti, inaugurato il tredicesimo treno Vivalto sulla Roma-Nettuno

A 'consegnarlo' il presidente della Regione Lazio Zingaretti. 8 carrozze di cui una semipilota, con una capacità di trasporto di circa 1.400 passeggeri, di cui 1.000 seduti

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti all'inaugurazione (foto agenzia Dire)

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha consegnato questa mattina, a Nettuno, il tredicesimo treno dei 26 nuovi Vivalto acquistati per i pendolari del Lazio. Il nuovo convoglio percorrerà la linea FL8 Roma-Nettuno. Si tratta del quinto treno di nuova generazione su questa tratta, su cui è stata aggiunta l'ottava carrozza a tutti i convogli in orario di punta. "Questi treni arrivano perché la Regione ha iniziato a pagare i debiti. Non dobbiamo più vergognarci di nulla. Il Lazio paga gli impegni presi con regolarità e, proprio sui pagamenti, siamo diventati l'avanguardia d'Italia con la fatturazione elettronica” ha commentato Zingaretti accompagnato dall'assessore alla Mobilità Michele Civita. Altri treni erano stati consegnati negli scorsi mesi sul altre linee come la Roma-Cassino.

IL TRENO - Il Vivalto consegnato oggi alla stazione di Nettuno è composto da 8 carrozze di cui una semipilota e ha una capacità di trasporto di circa 1.400 passeggeri, di cui 1.000 seduti. E' dotato di impianto di climatizzazione, monitor per la diffusione di video informativi, videosorveglianza a circuito chiuso, zona per i disabili e di un'area polifunzionale anche per il trasporto delle biciclette.

NUOVI INVESTIMENTI - "Mai più treni come carri bestiame e vicinanza ai pendolari” ha aggiunto Zingaretti. “Noi ne abbiamo fatto un impegno etico e morale e le cose stanno cambiando. Con questo treno nelle ore di punta avremo il 17 per cento dei posti in più e una qualità di trasporto migliore". Il presidente della Regione ha poi sottolineato che "insieme alle Ferrovie dello Stato italiane abbiamo previsto interventi per migliorare la qualità di vita delle stazioni. C'è un primo stanziamento di 10 milioni di euro per rimettere a norma e in sicurezza le stazioni, rifarle, compresa quella di Nettuno, che presto sarà soggetta ad un intervento di ristrutturazione. Poi, tra fondi Ue, delle Ferrovie e regionali, stanzieremo altri 15 milioni perché a una nuova mobilità dei treni si accompagni un intervento sulle stazioni, molte delle quali hanno bisogno di essere messe a norma".

TRENITALIA - L'amminstratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, ha detto che "questo è il risultato dello sforzo fatto dalla Regione che ha rimesso in piedi il contratto di servizio ed è stato possibile investire. L'obiettivo è dare nuovi treni e maggior confort alle persone".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, inaugurato il tredicesimo treno Vivalto sulla Roma-Nettuno

RomaToday è in caricamento