Nuovo stadio As Roma, l'assessore Caudo rivela qualche anticipazione

Il titolare della Trasformazione Urbana, intervistato da Radio Roma Capitale, ha affermato: c'è "una vera 'genialata' architettonica, che lo farà diventare subito lo stadio dei tifosi della Roma"

Tutti pazzi per il nuovo stadio della A.S. Roma. Compreso l'assessore alla Trasformazione Urbana Giovanni Caudo intervistato a riguardo da Paolo Cento a Radio Roma Capitale ha affermato: “I tifosi lo ameranno di sicuro”. Per ora progetto e cronoprogramma dei lavori, usciti nel corso dell'incontro di lunedì tra il sindaco e il presidente della squadra James Pallotta, sono ancora top secret ma già inizia a rivelarsi qualche indiscrezione. Che non è ideato solo per il calcio, che ci vorranno 18-24 mesi per costruirlo, che il progetto definitivo arriverà verso fine gennaio e dovrebbe costare 250 milioni, che non comporterà la realizzazione di nuove case ma di spazi commerciali, per esempio.

“Il progetto dello stadio della AS Roma è bello, ha colto nel segno. Ho subito avuto la sensazione, quando ci è stato illustrato lunedì, che sia uno stadio all’avanguardia dal punto di vista funzionale. Inoltre chi lo ha progettato ha colto una cosa, che non posso svelare, che considero una vera ‘genialata’ architettonica, che lo farà diventare subito lo stadio dei tifosi della Roma”.

Caudo anticipa che lo stadio non è stato ideato solo per il calcio “ma prevede una serie di spazi, uno esterno per concerti e eventi, c’è inoltre l’idea che il Centro di Trigoria sia trasferito allo stadio, c’è una forte attenzione al merchandising” afferma. “Nel complesso è quindi un progetto architettonicamente è già in fase avanzatissima, ma non è ancora quello definitivo, che ci sarà presentato a fine gennaio. Poi prima dell’estate la consegna ufficiale, da cui partirà l’iter burocratico per le autorizzazioni e i permessi”.

Rimane sospeso il discorso sulla questione delle infrastrutture. “Ci siamo lasciati con l’impegno di un prossimo incontro con i privati, per stabilire le linee guida che permettano, contemporaneamente alla costruzione dello stadio, di risolvere alcune criticità della zona”. L’Assessore Caudo assicura inoltre che “anche le infrastrutture saranno a carico dei privati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Confermata anche la zona. “La zona scelta è Tor di Valle, non ci sono state fatte proposte alternative. Si è parlato molto delle nuove costruzioni di tipo residenziale nella zona, ma non ci saranno nuove cubature residenziali. Ci saranno invece spazi adibiti a uffici e strutture commerciali” ha spiegato. “I privati sono pronti a spendere 250 milioni di Euro, la loro solidità non è in dubbio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento