Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Autobus, il Campidoglio approva l’acquisto di 62 mezzi diesel ma nella propaganda M5s diventano a metano

I 62 mezzi che entreranno in circolazione entro il 2021 sono in realtà diesel

Nelle strade della Capitale entro la fine dell’anno entreranno in circolazione sessantadue nuovi autobus. Si tratta di mezzi diesel, il cui acquisto era stato già deciso dal Campidoglio nel luglio del 2020. Tuttavia, con le elezioni alle porte, non se ne parla più. Forse perchè considerati troppo inquinanti.

L'annuncio dei nuovi autobus

Spariti dai radar della propaganda pentastellata, i 62 nuovi autobus sono diventati mezzi a metano. Più green e quindi, in campagna elettorale, più spendibili. Nel raccontare le novità in materia di trasporto pubblico, il 13 maggio Virginia Raggi ha spiegato che “entro fine 2021 arriveranno altri 62 veicoli a metano ed i 100 ibridi acquistati da Atac”.  Ma sono davvero a metano?

Mezzi diesel in autobus a metano

Anche sul sito istituzionale di Roma Capitale il 15 aprile si trova menzione di questi nuovi autubus. Nella nota ci si riferisce a delibere di giunta “per la concessione in usufrutto ad atac di 82 nuovi bus acquistati da Roma Captiale su piattaforma Consip. Si tratta di 20 mezzi snodati da 18 metri la cui fornitura è curata da IVECO e altri 62 bus a metano prodotti da Industria Italiana Autobus. Le delibere - viene chiarito sul sito di Roma Capitale- approdato nei prossimi giorni in Assemblea capitolina per l’approvazione definitiva”.

La decisione dell'Assemblea Capitolina

In Assemblea capitolina la delibera è approdata in effetti qualche giorno più tardi, per l'esattezza il 6 maggio 2021. Nel documento, votato dai consiglieri di maggioranza e di opposizione, si fa chiaramente riferimento all’acquisto di “62 autobus tipologia urbani diesel 12 metri a 3 porte, oltre a 20 bus 18 metri 3 porte”. I sessantadue mezzi, quindi, sono diesel. Quindi non a metano, come la comunicazione pentastellata e la Sindaca, continua a ripetere. 

La propaganda sugli autobus

I soldi per il loro acquisto, d’altra parte, erano già stati stanziati dall’amministrazione grillina nel luglio del 2020, con “un avanzo di amministrazione” destinato ad “accelerare ulteriormente il traguardo di rinnovamento della flotta di superficie” . Gli autobus a disposizione del trasporto pubblico capitolino, quindi, aumentano. Anche grazie al ricorso al diesel. Salvo poi dimenticarsene, in una  campagna elettorale che continua a regalare colpi ad effetto. E che era già riuscita, miracolosamente, a moltiplicare il numero degli autobus semplicemente presentandolo due volte su facebook

 "Dai vari megafoni web - da Facebook al sito del Comune - la Raggi annuncia trionfante l'arrivo 'entro fine 2021' di 'altri 62 veicoli a metano'. Peccato però che nella famosa delibera approdata in Assemblea capitolina - la 43 del 2021 - i 62 bus di cui parla l'esperta apritrice di scatolette di tonno siano con motorizzazione diesel, e costati 27.700.000 di euro finanziati con avanzo di amministrazione. La Raggi può dire quello che vuole: fanno fede gli atti ufficiali. E mentre le altre citta' vanno verso mezzi di trasporto a basso impatto ambientale, il sindaco sceglie di andare verso il diesel. Quindi, delle due l'una: o gli autobus sono a metano e la Raggi non sa fare le delibere, o i bus sono diesel e allora il sindaco sta dicendo falsita'. Vuole spiegare? Grazie", dichiara il coordinatore romano della Lega, Alfredo Becchetti.


"Prima sui mezzi di informazione del Campidoglio e poi sui social, la Raggi spaccia i sessantadue nuovi bus diesel in autobus a metano - ha sottolineato anche la consigliera regionale della Lega Laura Corrotti -  Un errore, l'ennesimo, smascherato dalla stessa delibera votata in consiglio comunale il 6 maggio scorso che certifica come siano stati spesi i 27 milioni di euro necessari a finanziare l’acquisto".

Autobus Diesel-2

L'ammissione del Campidoglio

A seguito della pubblicazione dell'articolo di Romatoday, il Campidoglio ha riconosciuto l'errore commesso. "In merito alla notizia riportata oggi dai media sui bus acquistati da Roma Capitale negli ultimi mesi del 2020 - ha scritto l'assessorato alla Mobilità -  si precisa che i 62 nuovi mezzi sono ad alimentazione diesel, non a metano come erroneamente comunicato in precedenza. Si precisa, inoltre, che il piano di potenziamento della flotta Atac prevede oltre 900 nuovi mezzi che saranno su strada entro il 2021. Nello specifico le forniture previste entro fine anno sono: 62 nuovi bus di Industria Italiana autobus e 20 mezzi di Iveco, ordinati da Roma Capitale su piattaforma Consip. Oltre ai 100 veicoli ibridi acquistati da Atac in autofinanziamento. Al momento sono stati messi già su strada a Roma 750 nuovi bus".
 

Articolo aggiornato il 18 maggio 2021 all ore 13:35

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus, il Campidoglio approva l’acquisto di 62 mezzi diesel ma nella propaganda M5s diventano a metano

RomaToday è in caricamento