Mobilità sostenibile, il Campidoglio scommette sulle ciclabili: entro il 2018 nuovi bandi

I lavori partiranno per il 2019 e riguarderà un"primo lotto" di percorsi da realizzare nei quartieri più centrali della Capitale, da Testaccio alla Bocca della Verità, dal tunnel di Santa Bibiana alla Stazione Tiburtina

Via libera a nuove piste ciclabili. Entro la fine dell'anno saranno pubblicate le gare per un nuovo lotto. Andranno ad interessare soprattutto quartieri centrali ed in calcuni casi i percorsi progettati saranno utili per raggiungere anche delle stazioni metropolitane. 

Le prossime ciclabili

Il nuovo lotto di ciclabili, sul quale si è recentemente conclusa una Conferenza dei servizi, riguarda "Lungotevere Testaccio, da via Rubattino a Ponte Sublicio; Lungotevere Aventino, da Ponte Sublicio fino a Largo Amerigo Petrucci (Bocca della Verità) – fa sapere il Campidoglio con una nota. Ed ancora, le nuove piste saranno realizzata – da Ponte Sublicio fino alla ciclabile di Porta Portese; viale delle Milizie, da via Lepanto a Ponte Matteotti (Lungotevere delle Armi); via Tiburtina, dal tunnel di via di Santa Bibiana, a viale Regina Elena; via Tiburtina, da viale Regina Elena, alla Stazione Tiburtina". Ne è poi prevista un'altra che, passando lungo viale Aventino unisce piazzale Ostiense a Circo Massimo.

Inizio dei lavori per il 2019

"Per questo primo lotto di ciclabili – promette l'assessora alla Mobilità Linda Meleo – sarà bandita la gara entro l'anno, così da iniziare i lavori per il 2019". L'obiettivo generale, ha chiarito la sindaca, resta quello di "mettere in connessione ciclabili già esistenti e creare nuovi collegamenti per dotare Roma di una rete capillare". Nello specifico si tratta di mandare in gara "questo nuovo pacchetto" che è "parte del piano di programmazione messo in campo per la CApitale". E che incluse, come ha ricordato anche il presidente della commissione mobilità Enrico Stefàno, anche le piste in fase di realizzazione su via Nomentana e su via Tuscolana.

Le altre ciclabili in fase di realizzazione: via Nomentana

Nel primo caso si tratta di un percorso che, partendo da porta Piazza, procede in direzone Piazza Sempione fino all'altezza della Batteria Nomentana. da lì, spostandosi sul lato opposto della carreggiata, la ciclabile prosegue sul viadotto della Circonvallazione Nomentana fino all’incrocio con via Val d’Aosta. . Da lì si riconnette con la ciclabile esistente dell'Aniene. I lavori, come mostrato nel discusso blitz annunciato dalla Sindaca, stanno procedendo. Sono iniziati a gennaio e duraranno circa 400 giorni.

La ciclabile di via Tuscolana

A luglio sono stati attivati anche i cantieri sulla via Tuscolana. La trafficata consolare del Municipio VII ne uscirà completamente ridisegnata. Liberati i marciapiedi dagli ambulanti, la strada vedrà dimezzarsi le corsie riservate alle auto. Al loro posto un percorso ciclabile lungo 2,2 km che, da Subaugusta  porterà fino a Porta Furba.  osto dell'operazione, da portare a termine entro 239 giorni, è di 685mila euro. 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento