rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Regione Lazio, un altro ex Croce Rossa nello staff di Francesco Rocca: arriva anche l'ex senatore Marcello De Angelis

Il giornalista si occuperà della comunicazione istituzionale

Giornalista già deputato e senatore della Repubblica, Marcello de Angelis sarà il responsabile della “comunicazione istituzionale” inserito nello staff del presidente della Regione Lazio Francesco Rocca. Ancora una volta il numero uno della Pisana ha voluto puntare su figure fidate che già hanno lavorato con lui in passato alla Croce Rossa.

Chi è Marcello De Angelis

Marcello de Angelis, che in carriera è stato direttore de Il Secolo d’Italia e collaboratore con le testate Libero e Il Tempo, da ottobre 2020 ricopriva il ruolo di responsabile cultura, eventi e pubblicazioni della Croce Rossa nonché di portavoce del presidente nazionale, ovvero Francesco Rocca. Con il nuovo incarico andrà a guadagnare 110 mila euro l’anno.

Un passato nell’estremismo nero

Quello di Marcello de Angelis è un passato molto controverso, legato soprattutto agli ambienti dell’estremismo “nero” degli anni ’70 e ‘80. Ex militante, per un breve periodo, nel Fronte della Gioventù, nel 1977 entra in Lotta Studentesca dalla quale, nel 1978, nasce Terza Posizione. Con lui c’era anche il fratello Nazareno, morto il 5 ottobre del 1980 nel carcere di Rebibbia. La storia più controversa risale, però, al 1980. Dopo la strage di Bologna e la messa al bando di Terza Posizione di tutti i suoi capi, De Angelis, che era partito dall’Italia per avvisare i suoi compagni che intanto erano fuggiti in Inghilterra, viene arrestato e per sei mesi resta nel carcere londinese di Brixton. Poi, una volta uscito di prigione, de Angelis comincia a lavorare come grafico fino a diventare, nel 1984, art director del gruppo editoriale Travel news di Londra.

Il ritorno in Italia

Nel 1989, dopo aver continuato a lavorare a Londra sempre nel campo dell’editoria, de Angelis decide di costituirsi e tornare in Italia nel 1989. Sconta 3 dei 5 anni di reclusione ai quali era stato condannato per associazione sovversiva e banda armata, uscendo dal carcere nel 1992. Dopo aver lavorato anche come consulente grafico per il programma di alimentazione mondiale delle Nazioni Unite, nel 1996 diventa caporedattore del mensile Area - politica, comunità, cultura, della destra sociale di Alemanno e Storace.

Lo staff di Rocca

Come detto il presidente Francesco Rocca ha voluto portare una buona parte del team che aveva alla Croce Rossa in Regione. Giuseppe Pisano, commercialista ed ex presidente del collegio dei revisori della Cri, è stato nominato di recente capo dell’ufficio di gabinetto di Rocca, per un compenso di 150 mila euro l’anno.

Adriano Valentini, già communication specialist della Croce Rossa Italiana e responsabile della comunicazione web per Rocca durante la campagna elettorale, è invece il nuovo responsabile della struttura autonoma e “social media” per “svolgere funzioni di gestione dei profili social (Facebook, Twitter, Youtube) e del portale regionale”. Carla Cace, invece, è l’attuale portavoce del presidente per “svolgere funzioni di supporto, assistendo e supportando il presidente nelle funzioni di rappresentanza della Regione e nelle attività istituzionali”. Carla Cace, già responsabile dell’ufficio stampa e governance communication della Croce Rossa, andrà a guadagnare, come il collega Valentini, 95 mila euro lordi l’anno. Nel corso della sua lunga attività presso la Cri, la Cace si era già occupata, per conto di Rocca, dei rapporti istituzionali dell'ex presidente.

Rocca ha poi conferito l’incarico di responsabile della struttura autonoma di diretta collaborazione “cerimoniale” a Tiziano Gerardi, con un compenso di 95 mila euro l’anno.  Professionista della security, ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità dell’interno della Cri. Infine, Daniele Di Mario, l’unico senza un passato in Croce Rossa, giornalista de “Il Tempo”, sarà il responsabile dell’ufficio stampa, guadagnando 95mila euro l’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Lazio, un altro ex Croce Rossa nello staff di Francesco Rocca: arriva anche l'ex senatore Marcello De Angelis

RomaToday è in caricamento