rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Nomadi, Rocca: "Prefetto e Campidoglio la smettano di girarsi dall’altra parte"

"Quasi tutti i campi nomadi della Capitale, ivi compresi quelli regolari e tollerati, sono oggetto di attività al di fuori della legalità"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Quanto accaduto la scorsa notte nel campo nomadi di Via Candoni per noi è solo la triste conferma di una situazione che da tempo denunciamo. I campi nomadi sono totalmente fuori controllo, pertanto, a differenza di altri non proviamo più nessuno stupore davanti a questi fatti ma solo sdegno. In merito a quanto accaduto sarei proprio curioso di vedere un altro video del Piotta e di Elio Germano, chissà con quanta ironia racconterebbero spari, coltellate e aggressioni agli agenti di polizia, ai quali va tutta la mia solidarietà per l'aggressione subita.

Dichiara Federico Rocca responsabile romani enti locali Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale.

Quasi tutti i campi nomadi della Capitale, ivi compresi quelli regolari e tollerati, sono oggetto di attività al di fuori della legalità e non siamo solo noi a dirlo ma le forze dell'ordine stesse. Magari dai controlli emergerà che chi ha sparato la scorsa notte a Candoni è anche assistito, e quindi mantenuto, dai servizi di Roma Capitale, da qui molti cittadini potrebbero chiedersi ma chi stiamo mantenendo?

I buonisti di turno ci attaccano ogni qualvolta solleviamo il problema - prosegue Rocca - ma noi raccontiamo semplicemente la verità poiché episodi come quello di ieri sono quasi all'ordine del giorno, il problema sono coloro che negano la reale situazione e non chi denuncia fatti concreti e attività illegali che vengono perpetrate nei campi nomadi della città.

Noi abbiamo presentato una delibera d'iniziativa popolare con la quale chiediamo la chiusura di tutti campi e nuove regole per poter transitare nella città di Roma, la proposta c'è e le leggi anche ma fino a quando ci sarà chi nega il problema e non lo vuole affrontare, ci ritroveremo a commentare tanti altri episodi come quello accaduto ieri a Candoni.

La sinistra - conclude Rocca - ci risparmi almeno le lacrime di coccodrillo e le sterili preoccupazioni, da sempre negano tutto ciò e non vogliono fare nulla per cambiare lo stato delle cose, preferiscono continuare ad accusare di razzismo chiunque tenti di dire, certo è molto più facile che prendere delle iniziative, comunque è ora che Prefetto e Campidoglio la smettano di girarsi dall'altra parte, la misura è colma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomadi, Rocca: "Prefetto e Campidoglio la smettano di girarsi dall’altra parte"

RomaToday è in caricamento