rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022

Zingaretti su aggressione a giornalista: "I violenti non vanno confusi con chi ha perplessità e va convinto a vaccinarsi"

"Chi ha aggredito un altro cittadino italiano deve essere punito in base alle leggi della Repubblica italiana". Nicola Zingaretti è perentorio nel commentare l'aggressione subita dal giornalista de La Repubblica davanti al Miur. Nello stesso tempo però è attento a parlare di chi usa la violenza come una minoranza e soprattutto è pronto a tendere una mano a chi avanza delle perplessità sui vaccini: "La violenza non va confusa con chi legittimamente protesta perché ha delle perplessità e va convinto a vaccinarsi".

Quindi Zingaretti ragiona: "Chi oggi protesta è vaccinato, avendo ricevuto da piccolo tutta una serie di vaccini. Ed è folle che dei vaccinati stiano alzando una cagnara immonda". Il presidente della Regione Lazio: "Chi ambisce alla libertà deve vaccinarsi e chi non lo fa è una minaccia alla ricostruzione dell'Italia. La mia solidarietà va a tutti quelli che, anche sui social, difendono la libertà e il futuro del nostro paese, subendo minacce e insulti da quella che è una minoranza". 

Si parla di

Video popolari

Zingaretti su aggressione a giornalista: "I violenti non vanno confusi con chi ha perplessità e va convinto a vaccinarsi"

RomaToday è in caricamento