Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica San Paolo / Via Tito

No al parcheggio nell’area verde, il municipio batte un colpo: “Sindaco, rivediamo il progetto”

Il presidente del municipio VIII Amedeo Ciaccheri: "Sul futuro dell'area verde stiamo scrivendo alla giunta Gualtieri ed all'assessorato all'urbanistica"

“No ai parcheggi, sì al verde”. Sulle transenne di via Tito, dalla giornata di domenica, sono apparsi dei cartelli. Li hanno sistemati i cittadini che, nelle ultime ore, stanno sottoscrivendo una petizione. È stata pubblicata per chiedere all’amministrazione di fare chiarezza su quel cantiere e, contestualmente, di salvare gli alberi che vi sono piantati.

I lavori legati alla convenzione urbanistica

“Quel cantiere è legato all’accordo di programma sottoscritto per piazza dei Navigatori  e quindi anche alla realizzazione dell'albergo di via Costantino su cui stanno partendo i lavori– ha ricordato il presidente del municipio VIII Amedeo Ciaccheri – l’area di via Tito è destinata a verde e servizi e, la convenzione urbanistica, prevedeva che lì venissero realizzati dei parcheggi”. La notizia che i cittadini hanno appreso solo con l’arrivo delle transenne, era stata confermata nei giorni scorsi a Romatoday  dall’assessore municipale Claudio Mannarino. Nel frattempo la protesta è andata avanti e, rimbalzando sulle pagine social dei quartieri limitrofi a San Paolo, ha superato in pochi giorni le 500 sottoscrizioni.

Dossier - Bidet di San Paolo: l'annuncio del presidente Ciaccheri: "Partono i lavori"

I parcheggi previsti

Ma chi è che sta realizzando l’intervento in un cantiere su cui, transenne a parte, non è presente alcun cartello informativo? “Quell’opera è realizzata dall’Impreme, che è il convenzionato – ha premesso Ciaccheri – Sappiamo che i cittadini sono interessati a mantenervi il verde e proprio in questi giorni abbiamo predisposto una delibera che, come giunta municipale, vogliamo inviare alla giunta Capitolina ed al dipartimento urbanistica” ha annunciato il minisindaco, spiegando che “sarà pronto in settimana”. Attualmente il progetto esecutivo dell’intervento, secondo informazioni acquisite da Romatoday, prevede la realizzazione di  112 stalli per auto, 31 per le moto e 5 posti riservati a persone con disabilità.

Cosa propone di fare il municipio

Cosa scriverà il municipio all’amministrazione capitolina? “Chiederemo di valutare due possibilità – ha chiarito il presidente Ciaccheri - La prima è quella che prevede di spostare l’intervento o di monetizzarne il costo” in modo che le risorse necessarie a realizzare il parcheggio siano usate per realizzare altri interventi. “L’alternativa è che il progetto sia rivisto, in modo da salvaguardare non solo le alberature, sulle quali verranno fatte comunque delle verifiche fitosanitarie, ma anche per non asfaltare il suolo, usando materiali che non siano impermeabili”. 

L'ipotesi bis: un parcheggio più sostenibile

La seconda ipotesi prevede quindi il mantenimento di un parcheggio anche se con modalità differente rispetto a quelle contemplate nell’attuale progetto. La richiesta dei residenti, però, è di valorizzare il rettangolo di terra, poco più di diecimila quadrati, mantenendo i pini e magari inserendo qualche arredo che possa migliorarne l’attuale fruizione, ora del tutto impedita dalla presenza delle transenne. D’altra parte, come scritto nella petizione, il mantenimento dell’area verde sarebbe coerente con gli obiettivi sposati dell’amministrazione cittadina, in termini di contrasto agli effetti del cambiamento climatico. 

No ai parcheggi la protesta dei residenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al parcheggio nell’area verde, il municipio batte un colpo: “Sindaco, rivediamo il progetto”
RomaToday è in caricamento