Nido chiuso per topi da 12 giorni e bimbi trasferiti: "Raggi faccia qualcosa"

Caos all'asilo Giamburrasca di Montespaccato. La lettera dei genitori infuriati

Immagine d'archivio

Scuola chiusa per topi da 12 giorni e piccoli utenti trasferiti in strutture o troppo lontane o inadeguate ad accoglierli. Un triste record per l'asilo nido Giamburrasca di Montespaccato, nel XIII municipio. Qui i disagi non si sono limitati a un fine settimana, tempo solitamente sufficiente per le operazioni di derattizzazioni. A mettere per iscritto il calvario sono gli stessi genitori, con una lettera indirizzata alla sindaca Virginia Raggi che sta facendo il giro di Facebook. 

Tutto comincia il 4 ottobre, quando la scuola viene chiusa per una disinfestazione. Lunedì 8 i bambini vengono riammessi, ma ritornano a casa dopo poco. "Martedì 9 siamo stati chiamati dalle educatrici per avvisarci di prendere i bambini entro le 12 perché sono stati trovati escrementi di topi nell'istituto" racconta Emanuela Valente, tra i genitori che ha scritto alla prima cittadina. Stando agli avvisi affissi fuori da scuola, i bambini potevano rientrare lunedì 15. E invece i cancelli restano sbarrati. I topi sono ancora tra le aule e cominciano i trasferimenti. Gli utenti tra i due e i tre anni, quelli più grandi, finiscono nella scuola materna Carlo Evangelisti, a fianco al Giamburrasca. Ma l'organizzazione non è delle migliori. "Non è dotata dei lettini e la mensa non può offrire pasti caldi ma solo panini. Come possono bambini di nemmeno tre anni mangiare sempre panini? Non è rispettata una corretta alimentazione".  

Chi invece ha tra l'uno e i due anni, è stato dislocato in altri nidi del municipio. Il XIII Aurelio però è un territorio vasto circa 67 chilometri quadrati, e non tutte le strutture sono vicine alle residenze delle famiglie. Senza contare gli ambienti nuovi con cui i bimbi sono costretti a familiarizzare in poco tempo. "La presenza delle loro educatrici è garantita solo la mattina presto, all'ingresso per accogliere i piccoli e non per tutta la giornata. Il Comune è molto attento alla tutela del minore in fase di inserimento e non tiene conto delle problematiche che un trasferimento repentino può causare loro?". Insomma, la richiesta è ovvia: "L'amministrazione risolva quanto prima il problema e trovi una valida soluzione alternativa che consenta a bambini e famiglie di fruire del servizio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A commentare il caso il capogruppo di Fratelli d'Italia in municipio XIII Marco Giovagnorio. "E' veramente una situazione vergognosa. Non si è mai visto che i bambini non possano accedere al nido per un periodo così lungo e per colpa evidentemente della scarsa attenzione di questa amministrazione alle loro condizioni di salute. La maggioranza in municipio riferisca quanto prima su questo increscioso disservizio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento