Nasoni ancora chiusi, la lettera alla Raggi: "Riapra le fontanelle pubbliche"

E parte la campagna #Riallacciailnasone. In aula l'interrogazione della consigliera dem Valeria Baglio

Perché decine di nasoni continuano a restare chiusi? L'estate è finita e il periodo di emergenza siccità dovrebbe essere concluso. Ma da buona parte delle storiche fontanelle romane, l'acqua non sgorga più da luglio. 

Ieri, lunedì 2 ottobre, è stata consegnata una lettera alla sindaca di Roma Virginia Raggi – firmata da Associazione 21 luglio, Terra! e Coordinamento Romano Acqua Pubblica – nell’ambito della Conferenza dei Sindaci Ato2 per chiedere che "vengano rese pubbliche dall’Amministrazione Capitolina le misure di limitazione dell’utilizzo dell’acqua intraprese durante il periodo estivo" e contestualmente viene sollecitata l’immediata riapertura delle fontanelle pubbliche. Con questa lettera le associazioni hanno lanciato la campagna #RiallacciailNasone, che si aggiunge a quella già lanciata a fine settembre dai Verdi.

"Dopo un’iniziale impegno da parte dell’assessore all’Ambiente, Pinuccia Montanari, che aveva promesso di accogliere le sollecitazioni, decine di nasoni hanno continuato ad essere chiusi" denuncia l'associazione 21 luglio. "Una mossa ingiusta e scorretta, di cui da oggi torniamo a chiedere conto alla sindaca e alla sua giunta. Come azionista di Acea, il Comune di Roma deve adoperarsi per una riapertura immediata dei nasoni prosciugati, pubblicare la mappa delle chiusure e dichiarare quanto ha inciso questa operazione sugli sprechi idrici complessivi del servizio idrico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A raccogliere le istanze delle associazioni il gruppo dem capitolino, con un'interrogazione urgente presentata dalla consigliera Valeria Baglio. "Perché molti dei nasoni di Roma continuano a rimanere chiusi da agosto? Sono arrivate le prime piogge che hanno interrotto il periodo di siccità, motivo che aveva portato alla chiusura di alcune delle storiche fontanelle, ma il flusso idrico non è stato ripristinato. Per conoscere i motivi, e quantificare i presunti risparmi idrici che ne sono derivati, ho presentato una interrogazione urgente a Sindaca e assessora Montanari".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

Torna su
RomaToday è in caricamento