Venerdì, 23 Luglio 2021
Politica

Multiservizi, proteste dei lavoratori in Campidoglio: "Internalizzazione unica soluzione"

Le opposizioni chiedono un Consiglio straordinario sul tema

"Basta con gare e affidamenti, internalizzazione unica soluzione". "Chiediamo internalizzazione, ci date precarietà: questa è la vostra onestà". "Operai/e Roma Multiservizi in lotta per l'internalizzazione". Sono gli striscioni esposti in piazza del Campidoglio ieri dai lavoratori della Roma Multiservizi, partecipata di Roma Capitale che la controlla attraverso il 51% in mano ad Ama Spa, che, mobilitati dall'Usi, sono tornati a manifestare contro l'amministrazione capitolina dopo l'ennesimo passaggio a vuoto sulla gara a doppio oggetto.

"L'amministrazione è convinta che le aziende non abbiano partecipato per rispetto della Roma Multiservizi, perchè sembra singolare che solo un'azienda abbia partecipato alla gara a doppio oggetto, ma l'Agcom dice che non c'è nessuna indicazione che possa far pensare che Multiservizi abbia violato legge" spiegano i rappresentanti di una delegazione dei lavoratori che ieri ha assistito i lavori dell'Assemblea capitolina. 

"Ora ripropongono la gara con procedura negoziata perchè sono convinti che le stesse aziende che un mese e mezzo fa non partecipato adesso invece lo faranno". I lavoratori chiedono "un immediato Consiglio straordinario in cui si annulli la delibera della gara a doppio oggetto e si converga verso l'internalizzazione per tutelare sia i lavoratori che gli utenti del servizio, che altri non sono che i bambini romani". 

Altrimenti, annunciano i dipendenti della municipalizzata, "ci saranno proteste, manifestazioni e scioperi appoggiati da tutti i sindacati per la prima volta uniti, insieme alle opposizioni, per difendere 3mila operatori romani in servizio da 23 anni".

I lavoratori in piazza sono stati raggiunti e incontrati da una delegazione del gruppo capitolino del Pd formata dal capogruppo Giulio Pelonzi e dalle consigliere Ilaria Piccolo e Valeria Baglio, che hanno annunciato che aderiranno formalmente alla manifestazione del 16 aprile in Campidoglio indetta da Cgil, Cisl e Usi sulla vertenza per il futuro della Multiservizi allargata a tutte le altre municipalizzate. Poi, nella capigruppo a fine giornata, si è discusso della convocazione di un consiglio straordinario, ma senza trovare la quadra. Anzi, le opposizioni infuriate contro il Movimento Cinque Stelle hanno abbandonato l'incontro, riconvocato per la giornata di oggi.  
 

(Fonte Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multiservizi, proteste dei lavoratori in Campidoglio: "Internalizzazione unica soluzione"

RomaToday è in caricamento