menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lavoratori sotto al Campidoglio (foto Agenzia Dire)

Lavoratori sotto al Campidoglio (foto Agenzia Dire)

Multiservizi, lavoratori rischiano il posto: "Raggi grande assente, una vergogna il suo silenzio"

Ennesima protesta dei dipendenti dell'azienda. I licenziamenti sono sospesi fino a domani, quando si terrà un incontro tra le parti sociali

I lavoratori della Roma Multiservizi, impiegati nella raccolta dei rifiuti porta a porta per i negozianti, tornano in piazza. Ancora. Un'altra protesta per scongiurare i licenziamenti paventati dall'azienda con la fine dell'appalto. Questa mattina si sono dati appuntamenti in piazza del Campidoglio, esponendo sulla scalinata dell'Arce Capitolina un grosso striscione con la scritta 'La Raggi licenzia: basta con i raggiri, vergogna!'. Vogliono risposte dall'amministrazione e una presa di posizione da parte della sindaca. Che invece sul tema non si è ancora mai pronunciata. 

"La protesta è ormai esplosa, stamattina c'è stata un'altra manifestazione spontanea dei lavoratori in Campidoglio per chiedere l'intervento di Raggi: gli striscioni esposti sono emblematici, il vero assente in questa vertenza è il sindaco della Capitale che non si esprime su una vicenda che riguarda 270 famiglie" ha spiegato all'agenzia Dire Natale Di Cola, della segreteria generale della Cgil di Roma e del Lazio. 

Si tratta, ha sottolineato "di licenziamenti da parte di partecipate del Comune di Roma in un momento in cui Ama ha bisogno di rilanciare il servizio Und e in Italia i licenziamenti sono bloccati per legge. Oggi per questo c'è stata l'ennesima manifestazione dei lavoratori, i cui licenziamenti al momento sono sospesi in attesa dell'incontro di domani". 

"La sindaca sappia che questi lavoratori hanno al momento una lettera di licenziamento a domani e non hanno nessuno stipendio, perchè è stato sospeso. Il silenzio della sindaca non è più tollerabile, non si abbandonano così i lavoratori: l'immobilismo di questa Giunta - ha concluso Di Cola - sta facendo esplodere il disagio sociale, domani pomeriggio dalle 14 saremo nuovamente in piazza con i lavoratori delle mense e della pulizia delle scuole, anche loro colpiti dall'assordante silenzio di questa amministrazione". 

Sulla questione intervengono anche i consiglieri del Partito democratico romano. "Con la ripresa delle attività commerciali anche la produzione di rifiuti è in aumento e le immondizie tornano ad accumularsi in strada" dichiara il gruppo dem in una nota stampa. "È vergognoso che in queste condizioni la sindaca Raggi non senta il bisogno di intervenire per evitare il licenziamento di 270 lavoratori necessari al servizio Und. La città versa versa di nuovo in condizioni pietose mentre Ama, Campidoglio e Multiservizi si rimpallano il problema senza produrre soluzioni e costringendo i lavoratori a manifestare contro l'immobilismo di una giunta disastrosa anche sullepolitiche del lavoro e dell'occupazione. Si reinternalizzino i lavoratori e le funzioni delle Und in Ama si provi almeno a dare decoro alla città e sicurezza ai lavoratori e alle loro famiglie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento