rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Sosta selvaggia su strisce e scivoli: in tre mesi 20mila multe

Diciottomila multe solo per chi ha parcheggiato sulle strisce

Giro di vite sulla sosta selvaggia. A farne le spese gli automobilisti indisciplinati che hanno lasciato il loro mezzo sulle strisce pedonali. Puniti anche coloro che hanno parcheggiato a ridosso degli scivoli usati per abbattere le barriere architettoniche. Solo per questi due tipi di contravvenzioni, sono state elevate circa 20mila multe in tre mesi.

La richiesta d'intervento

"La nostra città, lo sappiamo, è molto complessa e difficile da presidiare con i suoi circa 1.290 km quadrati di superficie, ma la nostra Amministrazione ha sempre puntato al miglioramento della vivibilità e della sicurezza stradale e la commissione Mobilità,più volte si è attivata, da ultimo lo scorso 14 marzo, per cercare risposte puntuali e un maggiore impegno da parte dei Vigili urbani" ha spiegato il presidente della commissione mobilità di Roma Capitale Enrico Stefàno. La risposta della Polizia locale non si è fatta attendere.

Le contravvenzioni elevate

"I controlli, nei mesi di gennaio, febbraio e marzo, sono aumentati e si sono concentrati soprattutto su due violazioni del codice della strada – ha spiegato il consigliere Stefàno -  la sosta sull'attraversamento pedonale e la sosta in corrispondenza dello scivolo riservato al transito delle persone invalide" . Si tratta di due contravvenzioni particolarmente impattanti perchè, di fatto, ledono il diritto ad altri cittadini di muoversi in maniera sicura. Da qui la necessità di provvedere ad una stretta sui controlli. E così, per quanto riguarda la sosta sulle strisce "sono state elevate poco meno di 18mila contravvenzioni" mentre per quella a ridosso degli scivoli utilizzati da disabili e genitori con la carrozzina, le multe sono state circa 900. 

Il caso del Municipio XI

A livello territoriale l'indicazione di andare a sanzionare la sosta selvaggia ha avuto conseguenze importanti soprattutto nel Municipio XI. Lì "da tempo i cittadini ci segnalavano problemi legati alla sosta selvaggia con ripercussioni anche sul transito della linea 771". Si tratta di una linea di trasporto pubblico molto importante, che mette in comunicazione interi quadranti, dall'Eur alla Magliana, passando per aree densamente popolate come Portuense ed il Trullo. In quel caso " i Vigili – spiega Stefàno - hanno incrementato le attività di controllo e sanzionato circa 350 violazioni del codice della strada, sempre nello stesso periodo". Un segnale importante che contribuisce a garantire una migliore libertà di circolazione per tutti. Pedoni e disabili compresi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia su strisce e scivoli: in tre mesi 20mila multe

RomaToday è in caricamento