menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza abitativa, votata all'unanimità mozione per graduazione sfratti e apertura di un tavolo di crisi

Il Consiglio impegna la sindaca Raggi a istituire un tavolo di crisi con le parti sociali per l'adozione di misure volte a ridurre la pressione degli affitti e a fronteggiare gli sfratti

Affrontare gli sfratti e il disagio abitativo con un tavolo di crisi. E' la sintesi della mozione approvata oggi all'unanimità dall'Aula Giulio Cesare. Un documento che porta la prima firma del consigliere di Sinistra per Roma, Stefano Fassina, di Giulio Pelonzi, capogruppo del Pd, e di Svetlana Celli, consigliera di Roma torna Roma. Lo fa sapere con una nota il sindacato Unione Inquilini, promotore della mozione.

I 34 voti favorevoli del Consiglio impegnano la sindaca Virginia Raggi ad istituire un tavolo di crisi con le parti sociali per l'adozione di misure volte a ridurre la pressione degli affitti e a fronteggiare l'ondata di sfratti che, spiega il sindacato, "travolgerà la capitale a seguito della crisi". 

Un piano di lavoro, prosegue il sindacato "mirato a graduare gli sfratti, così da garantire alle famiglie un passaggio di casa in casa, che parte dall'individuazione di immobili pubblici abbandonati da destinare all'edilizia residenziale pubblica e che chiede il coinvolgimento della Regione Lazio". 

La mozione chiede inoltre di "istituire, anche in via straordinaria, una task force che consenta di definire ed erogare concretamente alle famiglie in difficoltà" il buono casa e di "prorogare la scadenza del cosiddetto buono casa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento