Marconi, in municipio una mozione per il Parco Papareschi: "Delocalizzare lo studentato"

Il consiglio del Municipio XI ha approvato un documento presentato dalla maggioranza che chiede di velocizzare i tempi di 'rigenerazione' dell'area e di non costruire il nuovo immobile

Velocizzare i tempi per la rigenerazione dell’ex area industriale della Miralanza e, soprattutto, cercare di allargare il più possibile il perimetro della futura area verde, il cosiddetto Parco Papareschi. L’XI municipio ha approvato una mozione, avanzata dalla maggioranza, con la quale si punta a mettere mano al progetto, in ritardo rispetto alla tabella di marcia, che dovrebbe cambiare il volto alla vasta area che sorge tra i palazzoni di viale Marconi e l’ansa del Tevere. 

Scrive in una nota il Municipio XI: “Il Consiglio municipale ha approvato, nella seduta di giovedì, una mozione sul Parco Papareschi: un atto di indirizzo importante che, oltre a ricostruire l’iter amministrativo del progetto (a partire dalla sua approvazione nel processo di pianificazione del quadrante Ostiense-Marconi nel 1995, fino all’avvio del processo di "Progettazione partecipata" iniziato pochi mesi fa e tutt’ora in corso) impegna il Presidente e la Giunta del Municipio Roma XI a porre in essere una serie di azioni al fine di velocizzare la realizzazione del Parco stesso”. 

UN NUOVO IMPULSO – “La mozione presentata dalla maggioranza nasce dalla considerazione che, dopo alcuni anni di immobilismo e di incertezze, grazie all’azione della nuova maggioranza capitolina e del Municipio Roma XI, è stato dato nuovo impulso al processo finalizzato alla realizzazione del “Progetto Urbano Ostiense – Marconi”, attraverso l’analisi e la definizione delle problematiche ancora aperte, il confronto con i diversi soggetti attuatori del programma e l’individuazione di possibili soluzioni”. Nei mesi scorsi infatti è stato avviato un percorso partecipato per la definizione della porzione di area a verde dell’intera zona che dovrebbe ospitare un teatro, un’accademia di arte drammatica e una nuova costruzione a studentato. 

STOP ALLA CASA DELLO STUDENTE - Ed è proprio l’area dello studentato, attualmente inedificata e oggetto di scavi archeologici, nel mirino nella mozione.  “Verificare la possibilità di delocalizzare il previsto intervento relativo alla Casa dello Studente nei padiglioni inutilizzati e non destinati ad altre funzioni della ex Mira Lanza, o in alternativa in altre aree o strutture pubbliche con eventuali immobili in disuso da rigenerare, al fine di ampliare quanto più possibile il perimetro delle aree destinate a verde pubblico”. 

ALTRE MODIFICHE – Si legge nel documento che “il Consiglio municipale impegna il Presidente ad attivarsi per far completare al più presto la progettazione dell’area” e “far eliminare dal Piano Urbano Parcheggi il Pup di Via A. Einstein, escludendone comunque l'ipotesi realizzativa nel progetto esecutivo del Parco”. 

VELOCCIA - "Si tratta di una importante iniziativa della maggioranza che rafforza il nostro impegno e va nella direzione auspicata anche dall'Assessore Caudo - dichiarano congiuntamente il Presidente del Municipio Roma XI, Maurizio Veloccia e l’Assessore municipale all’Ambiente, Manuele Marcozzi - A questo punto, chiusa la fase di progettazione esecutiva del Parco, ci concentreremo nel concretizzare l'ipotesi del suo ampliamento a tutta l'area inedificata di Papareschi. Ipotesi questa su cui la stessa LazioAdisu, proprietaria dell'area, ha dichiarato la propria disponibilità a lavorare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento