Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica Trastevere / Piazza Trilussa

Movida, l'ordinanza anti alcol non basta: "Raggi anticipi divieti di vendita alle 21"

L'appello del municipio alla sindaca dopo l'escalation di episodi di violenza delle ultime settimane. Alfonsi: "Serve nuova ordinanza più restrittiva"

Immagine d'archivio

"Raggi anticipi i divieti di vendita di alcolici alle 21". L'appello arriva dal I municipio di Roma, quello del Centro storico, più di altri segnato dai continui episodi di violenza direttamente connessi alla movida notturna. È contenuta in una mozione a firma dei consiglieri del Pd Stefano Marin, Claudia Santoloce e Alessandra Sermoneta, votata all'unanimità in Consiglio municipale. Stoppare il commercio di alcol un'ora prima di quanto già stabilito nell'ordinanza comunale vigente, alle 21 quindi, è l'istanza avanzata dall'ente di prossimità. "Domani stesso invierò alla sindaca la richiesta di procedere a scrivere un nuovo testo più restrittivo" ha commentato la presidente del parlamentino a guida Pd, Sabrina Alfonsi. 

"L'attuale ordinanza prevede l'introduzione del divieto di vendita di alcolici a partire dalle ore 22 - si legge nel testo della mozione - con possibilità di consumo di alcol esclusivamente all'interno dei locali di somministrazione e loro pertinenze. che le dispoizioni in questione pongono un problema di diacronia tra gli orari dei supermercati alimentari e i piccoli essercizi di vicinato che vendono alcolici e attirano giovani avventori, non offrendo misure risolutive". Facendo poi riferimento ad "aggressioni, risse, danneggiamenti". 

Diversi infatti gli episodi che hanno occupato le cronache cittadine nelle ultime settimane. L'ultimo di follia a San Lorenzo (nel II municipio), dove il rimprovero di una residente, esasperata dalle urla e dagli schiamazzi della movida in piazza, ha scatenato un fitto lancio di bottiglie contro le finestre di una palazzina. E ancora a Trastevere, un abitante, anche qui innervosito dal caos di un gruppo di ragazzi sotto la sua finestra, ha tirato in strada un vaso di coccio. Per fortuna nessuno si è fatto male. 

L'assedio dei vigili a tutte le piazza della movida è senza sosta: pattuglie schierate per i controlli stradali, per sciogliere gli assembramenti, per verificare i locali. Lo scorso weekend gli agenti hanno chiuso piazza Trilussa e piazza di Santa Maria in Trastevere per scongiurare folle e risse, la stessa misura è stata applicata anche a piazza Bologna, e di nuovo a Trastevere la settimana prima. E allora servono misure urgenti, è la richiesta che arriva dal parlamentino del Centro storico. La sindaca intervenga. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, l'ordinanza anti alcol non basta: "Raggi anticipi divieti di vendita alle 21"

RomaToday è in caricamento