rotate-mobile
Politica

E’ morta Mirella Belvisi, Italia Nostra in lutto: “Una vita in trincea per difendere patrimonio cittadino”

Ebe Giacometti (Presidente Italia Nostra): "E' stata punto di riferimento" ed i Verdi chiedono d'intitolarle il parco di Tor Marancia

Si è spenta nella sua casa l’architetto Mirella Belvisi. Attivista storica della sezione romana di Italia Nostra, di cui era vicepresidente, è stata anche consigliera comunale con i Verdi.

Una vita in prima linea

Belvisi è stata “sempre in trincea e sempre vicino a chi chiedeva aiuto nella difesa del patrimonio comune di Roma. Urbanistico, storico, culturale” ha ricordato Marco di Fonzo, il presidente della sezione cittadina di Italia Nostra. “Sempre disponibile a qualsiasi ora del giorno, con la sua autorevolezza e straordinaria competenza, nel dare consigli e suggerimenti a tutti coloro che si rivolgevano a lei per un orientamento od un parere specialmente sui temi dell’urbanistica, a lei tanto cari”. Ma non solo.

Uno spirito da emulare

Belvisi è stata in prima linea anche nelle vertenze legate alla difesa del patrimonio naturalistico. Comitati ed associazioni cittadini si sono spesso rivolti alla sua storica competenza sapendo che in Belvisi avrebbero potuto trovare “quello spirito di servizio civile, gratuito ed incondizionato” ha rimarcato Marco di Fonzo, “che ogni cittadino del nostro Paese dovrebbe avere nei confronti dei beni comuni della nostra Nazione”. 

Un punto di riferimento

La perdita dell’architetto Belvisi è stata vissuta con dolore da tutta l’associazione che, tra i suoi presidenti, ha annoverato Giorgio Bassani e Carlo Ripa di Meana. Oggi a capo di Italia Nostra c’è Ebe Giacometti. “Mirella era una donna giusta e rappresentava per noi di Roma e del Lazio il riferimento sicuro per i nostri dubbi sull’urbanistica, sulla conservazione della natura e biodiversità, la nostra guida per indirizzare verso una politica corretta”  ha dichiarato Ebe Giacometti, la numero uno di Italia Nostra.

La richiesta dei Verdi

Tra le battaglie di Belvisi, anche quella per l'istituzione del parco di Tor Marancia. Un polmone verde da oltre 200 ettari che fatica ad essere messo a disposizione dei cittadini. Noi di Europa Verde chiediamo che sia titolato il parco di Tor Marancia le venga intitolato e che pertanto venga chiamato Parco Mirella Belvisi - hanno fatto sapere Nando Bonessio e Guglielmo Calcerano, portavoce regionale e cittadino del partito ecologista che, in suo onore, chiedono anche "che sia rispettato in aula un minuto di silenzio". 

Per l’associazione e per quanti, nelle proprie battaglie in difesa del patrimonio cittadino, hanno incrociato il proprio percorso con Mirella Belvisi, la sua scomparsa, avvenuta nella notte, rappresenta una brutta notizia. Tra 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ morta Mirella Belvisi, Italia Nostra in lutto: “Una vita in trincea per difendere patrimonio cittadino”

RomaToday è in caricamento