Politica

Montino: "Su 10 miliardi debito Storace ha contribuito con 9"

"Con la sua eredità hanno dovuto fare i conti la nostra Giunta e ora pure la Polverini. Meglio se si occupa del vento"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Storace, in versione colonello Bernacca  ci racconta che è cambiato il vento. Non siamo meteorologi come lui ma sappiamo con assoluta certezza che se il vento è cambiato, i debiti  fatti dalla sua amministrazione restano e non ce li leva nessuno. Li stiamo pagando, con interessi annessi, la bella cifra di 300 milioni l’anno  e cosi sarà per  i prossimi 30. Il debito stratosferico di  10 miliardi sulla sanità è stato prodotto per oltre il 90% nei cinque anni della sua Giunta. D’altra parte lo conferma anche il meteorologo Storace. Negli anni in cui tutte le regioni riorganizzavano la sanità riconvertendo ospedali, lui ne apriva di nuovi. Mentre in Toscana e in Veneto così come in Emilia ed Umbria, i presidenti correvano ai ripari mettendosi in linea con gli standard nazionali per posti letto e tenendo sotto controllo i conti, Storace tagliava nastri e faceva debiti nascondendoli sotto il tappeto. Invece di proseguire sul sentiero tracciato dall’assessore Cosentino che con la Giunta Badaloni aveva iniziato a riconvertire piccole cliniche private in Rsa per un totale di 3000 posti, ha incrementato la dotazione del Lazio già ampiamente fuori standard. Con la sua eredità hanno dovuto fare i conti la nostra Giunta e ora pure la Polverini, a dimostrazione che in  cinque anni sono stati fatti danni per 10. Infine i debiti precedenti al 2000: come sa benissimo Storace per circa il 50% del totale sono stati coperti con un contributo straordinario del Governo centrale. Tanto che è agli atti una lettera a firma dell’allora presidente della Regione Lazio che sollecitava al  Ministro della sanità Rosy Bindi la liquidazione dell’ultima tranche di quel finanziamento così da chiudere tutti i debiti pregressi. I debiti sono stati il frutto di scelte politiche sbagliate e fuori tempo. E i ladruncoli non c’entrano niente. Di tutto questo se ne può parlare serenamente ma non accettiamo esercizi di pura disinformazione. Non ci stiamo. Se le ricostruzioni sono pro domo sua, Storace lasci stare i conti della sanità e si applichi a studiare il vento. È meglio per tutti".

Dichiarazione del capogruppo Pd in Regione Lazio Esterino Montino
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montino: "Su 10 miliardi debito Storace ha contribuito con 9"

RomaToday è in caricamento