rotate-mobile
Politica

Montino: "Pizzo del Prete non si tocca" 

"Sono troppi i vincoli che insistono su quell’area, verrebbe violata una parte incontaminata del nostro territorio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Circa un migliaio di persone oggi, in un’affollata manifestazione, hanno ribadito a Torrimpietra  che una discarica a Pizzo del Prete è un’ipotesi assolutamente irrealizzabile. Sono troppi i vincoli che insistono su quell’area, verrebbe violata una parte incontaminata del nostro territorio e messa a rischio la salute dei cittadini che vi risiedono. Senza contare che a pochi chilometri in linea d’aria c’è un ospedale pediatrico e, se non bastasse, le piste d’atterraggio dell’aeroporto di Fiumicino. Oggi appare chiaro che le valutazioni della Giunta Polverini sui possibili sette siti idonei a ospitare una discarica sono assolutamente approssimative, figlie di scelte sciagurate mai supportate da approfondimenti geologici e verifiche in loco. Non vorrei si dimenticasse che Corcolle, Quadro Alto, Pian dell’Olmo e Pizzo del Prete non erano altro che candidature proposte dai tecnici della Regione Lazio. Dopo le pesanti bocciature arrivate dai cittadini, dai comitati, dalla politica di ogni colore, con una brusca retromarcia, la Polverini rinnega le sue scelte. Meglio così. Faccio appello al Prefetto Sottile perché insista sulla strada del trattamento meccanico biologico e della raccolta differenziata, uniche vere alternative al tal quale e al disastro di una nuova Malagrotta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montino: "Pizzo del Prete non si tocca" 

RomaToday è in caricamento