rotate-mobile
Politica

Skateboard, Roma vuole candidarsi per i mondiali del 2022: si punta sull'impianto di Ostia

L’Aula ha approvato la candidatura di Roma. Nella Capitale a maggio si sono già svolti i mondiali di “Street”

Roma vuole conquistare un posto di prestigio nell’Olimpo degli skater. E così, a meno di tre mesi dall’inaugurazione dell’impianto di Ostia, ha deciso di candidarsi per i prossimi mondiali.

L'iniziativa del Campidoglio

“In Assemblea Capitolina abbiamo votato la mozione che dà mandato alla Sindaca di Roma Virginia Raggi di scrivere una lettera d’intenti alla FISR - Federazione Italiana Sport Rotellistici e alla World Skate in cui la Capitale promuove la candidatura di Roma ai prossimi Campionati del mondo di skateboard 2022” ha spiegato il consigliere capitolino Paolo Ferrara (M5s). 

La candidatura

L’edizione 2022 potrebbe così consacrare il rapporto tra Roma e lo skate. “Saranno delle gare ad ampio respiro che potranno essere svolte in tutta Roma” ha sottolineato Ferrara, primo firmatario dell’atto votato in maniera trasversale dall’Aula Giulio Cesare, che ha l’obiettivo di “spingere il litorale verso il centro del mondo” visto che “il nuovo impianto di Ostia sarebbe il luogo ideale dove organizzare” il campionato del mondo. Un impegno che, secondo chi ha votato l’atto, dovrà essere portato avanti da tutti i candidati alla fascia tricolore del Campidoglio.

Il precedente: i mondiali di Street

Il matrimonio tra la città eterna è lo skateboard è già stato celebrato lo scorso maggio. In quell’occasione il Foro Italico ha infatti ospitato i mondiali di Street un appuntamento riservato a 200 atleti, utile per strappare le ultime card per Tokyo, che hanno segnato l’esordio di questo sport alle Olimpiadi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Skateboard, Roma vuole candidarsi per i mondiali del 2022: si punta sull'impianto di Ostia

RomaToday è in caricamento