Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

M5s accoglie l'ex amico di Governo con vassoi di mojito: "Salvini, questo è il Campidoglio non il Papeete"

Consiglieri grillini, scatenati sui social, lanciano l'hashtag #salvinichiacchierone

 

A dare il segnale ci aveva pensato ieri la sindaca Virginia Raggi. #salvinichiacchierone, il mantra da rilanciare a mezzo social. La sindaca ordina e i consiglieri eseguono e da twitter a facebook è tutto un proliferare dell'hashtag prescelto. In tempi di vacche magre sui social però tocca dare sostanza alla protesta. Così in Campidoglio ad accogliere Salvini i leghisti hanno trovato una vera e propria contromanifestazione a cinquestelle. 

Il c'eravamo tanto amati con l'ex alleato di governo va in scena sulle scale del Campidoglio. Alcuni consiglieri comunali e rappresentanti dell'amministrazione di Roma, come il capogruppo Giuliano Pacetti, si sono presentati all'ingresso di Palazzo Senatorio, sulla scalinata Sisto IV, con un vassoio pieno di bicchieri di mojito e hanno brindato, alzando poi i calici verso il leader leghista.

In seguito i pentastellati hanno alzato anche alcuni cartelli con le scritte 'Dal mojito al black russian e' un sorso' o 'Salvini Roma non ti vuole'. Quando i leghisti si sono accorti degli sfotto' dei grillini hanno iniziato a intonare cori contro di loro: 'Andate a lavorare', 'Buffoni' o 'Pupazzi'. Per la cronaca i mojito era preparati con solo acqua e foglie di menta. Sui social lo slogan più gettonato era invece: "Salvini, questo è il Campidoglio non il Papeete". [VIDEO M5s ROMA]

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento