Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica Malagrotta / Del Casal Lumbroso

Rifugiati, è psicosi: "Mille in arrivo a Massimina?". La smentita: "Tutto falso"

L'ex scuola di polizia di vicolo Casale Lumbroso 77 allestita per ospitare "oltre mille immigrati"? A lanciare l'allarme i consiglieri di opposizione, Fabrizio Santori (Regione) e Marco Giudici (XII municipio)

Numeri senza fondamento, o almeno così pare, frutto di psicosi fomentate all'occorrenza da un gioco delle parti che è tutto politico. "Oltre mille profughi in arrivo a Massimina, nell'ex scuola di polizia di vicolo Casal Lumbroso". A lanciare l'allarme, con tanto di appuntamento sul posto alla stampa, sono i consiglieri di opposizione Fabrizio Santori, Regione Lazio, e Marco Giudici, XII municipio. Fonte? Il territorio. 

"Pare che in queste ore, secondo le segnalazioni che abbiamo ricevuto dai cittadini, si stiano traslocando dei letti e altri mobili all'interno del plesso". Un via vai sospetto, che in tempi di sbarchi, frontiere chiuse, "emergenze" più o meno mediatiche, ha scatenato il panico. L'edificio, scrivono i consiglieri, "potrebbe essere un luogo di accoglienza per immigrati profughi, come da apposito bando predisposto dalla prefettura di Roma". Ma il condizionale è d'obbligo, perché a onor del vero il bando non parla di mille immigrati. 

Il territorio della Capitale, nell'accordo quadro 2015 per l'accoglienza ai rifugiati, è suddiviso in sette lotti. Il XII municipio rientra nel terzo, insieme a X, XI e al comune di Fiumicino. Per il terzo lotto sono previsti in totale 787 posti. Difficile quindi che una sola struttura possa ospitarne mille. Specie considerando che il limite per comuni (o municipi nel caso di Roma) è fissato a 100 fino a 50mila abitanti, a 200 oltre i 50mila. Dunque, calcolatrice alla mano, i numeri non quadrano. E dallo stesso Campidoglio arriva la smentita. 

Schermata 2015-06-16 alle 14.49.48-2

"Non è in corso alcun allestimento né è previsto un nuovo centro di accoglienza nel XII Municipio, nel quartiere Massimina-Casal Lumbroso - ha dichiarato in nota l'assessore al Sociale, Francesca Danese - le denunce di alcuni esponenti politici pubblicate dagli organi di stampa sono dunque prive di fondamento, così come confermano dalla stessa Prefettura. Il piano di accoglienza cittadino non prevede, fra l'altro, l'assistenza di un numero così elevato di migranti in un singolo territorio". Le fa eco anche il minisindaco del XII, Cristina Maltese. 

"Da fonti della Prefettura di Roma è stata smentita la possibilità che la scuola di polizia, nel quartiere di Massimina, possa essere adibita a Centro di Accoglienza per immigrati. Ritengo che chi ricopre ruoli istituzionali, anche se di opposizione, come il consigliere regionale Fabrizio Santori, non possa diffondere notizie infondate che creano solo tensione ed allarme sociale tra i cittadini". Insomma, chi si è smosso lanciando l'allarme può stare tranquillo. La spedizione dei mille non è diretta a Massimina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugiati, è psicosi: "Mille in arrivo a Massimina?". La smentita: "Tutto falso"

RomaToday è in caricamento