rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Trasporto pubblico

I militari alla guida dei bus Atac non piacciono al Campidoglio: attriti con il manager fedelissimo di Raggi

Ieri l'ipotesi dei militari per fronteggiare l'emergenza covid. il Campidoglio invece promette assunzioni

Per Atac "subito nuove assunzioni". E' questa la promessa dell'assessore ai Trasporti di Roma, Eugenio Patanè, alle prese con l'ondata di contagi da Covid che nell'azienda del trasporto pubblico romano rende indisponibili 1200 lavoratori. Amministrativi, meccanici ma soprattutto autisti temporaneamente inoperativi per aver contratto il virus o perchè in quarantena. Servizio comunque garantito "al netto di alcune perdite di corse, ma senza una permanente rimodulazione del servizio" - si è affrettato a far sapere il Direttore Generale di Atac, Franco Giampaoletti. La dirigenza della partecipata del Comune, che è ancora quella scelta dall'ex sindaca Virginia Raggi, sta pensando addirittura di coinvolgere i militari utilizzandoli per guidare i bus di Roma nel caso in cui l'emergenza dovesse acuirsi con una quota di assenze tale da mettere a rischio la continuità del servizio.

Atac, attriti tra dirigenza e Campidoglio: "Servono assunzioni stabili"

E' la prima divergenza con il Campidoglio al quale i sindacati hanno già chiesto nuove nomine per i vertici di Atac, in discontinuità con quelle fatte dalla precedente amministrazione. "Non mi appassionano né le ricerche interinali di lavoratori, né soluzioni tampone ed emergenziali. Preferisco soluzioni stabili, attraverso selezioni pubbliche da mettere in campo in tempi rapidi anche attraverso lo scorrimento di graduatorie già esistenti, visto che sappiamo perfettamente che nel corso del 2022 andranno in pensione circa 180 lavoratori" - ha detto Patanè all'Ansa. per l'assessore la necessità dell'azienda è quella di assumere ogni anno 150-200 autisti. "E siccome è un'azienda di esercizio del trasporto nella sostanza è una azienda di personale. Se vogliamo che il trasporto pubblico funzioni il personale deve essere specificamente qualificato per il Tpl, per la città di Roma e per il preciso servizio che l'autista deve svolgere tra i tanti che Atac deve portare a termine ogni giorno. Per questo - ha concluso - è necessario aspirare per i nostri lavoratori al meglio in termini di formazione professionale, certezza di un lavoro stabile, attaccamento all'azienda e alla città". Dunque niente militari a guidare gli autobus. "La prospettiva di lungo periodo per un trasporto pubblico di qualità a servizio dei cittadini sono nuovi mezzi, lavori di messa in sicurezza e valorizzazione del personale", ha aggiunto il presidente della commissione capitolina Mobilità, Giovanni Zannola.

Il Covid rende indisponibili 1200 lavoratori: Atac pensa ai militari per guidare i bus

La Lega: "Si a nuove assunzioni, ma criteri trasparenti"

Dopo le polemiche sullo staff del Sindaco, il consigliere Fabrizio Santori della Lega, plaude all'idea delle nuove assunzioni "ma - dice - i criteri devono essere chiari e trasparenti. Basta una volta per tutte con scelte che invece di premiare gli interni meritevoli hanno copiato per troppe volte una avvilente nota spese piena di segnalazioni. Stop a nomine di manager incapaci e dirigenti superficiali che affondano ancora di più l'azienda e che se ne vanno dopo anni di fallimenti con lauti stipendi e liquidazioni dorate".

Sulla Ferrovia Roma Nord 152 corse cancellate in due settimane

Intanto con la città alle prese con il primo sciopero del trasporto pubblico dell'anno, continuano i disagi per gli utenti, in particolare sulla Ferrovia Roma Nord dove sono centinaia le corse cancellate: secondo il report dei pendolari solo nelle ultime due settimane 152 i treni soppressi su parte o intera tratta. "Un vero disservizio pubblico, con annessi (covid19) e connessi (mancanza di controlli a bordo e in stazione). E siamo solo all'inizio" - commenta il comitato della Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I militari alla guida dei bus Atac non piacciono al Campidoglio: attriti con il manager fedelissimo di Raggi

RomaToday è in caricamento