Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Migranti al Ferrhotel, dopo l'occupazione di estrema destra antirazzisti in piazza a Tiburtina

Sabato la manifestazione di Noi con Salvini, Fdi e comitati, poi l'occupazione di Forza Nuova e di 'Roma ai romani'. Nel pomeriggio di domenica la risposta degli antirazzisti

L'assemblea di domenica pomeriggio nel piazzale Spadolini

Una risposta all'occupazione da parte di gruppi di estrema destra che ieri hanno occupato per qualche ora il Ferrhotel a Tiburtina per opporsi alla realizzazione di un centro di accoglienza per migranti transitanti nella capitale. Un gruppo di attivisti di realtà antirazziste e solidali con i migranti si è dato appuntamento oggi pomeriggio per un presidio con assemblea pubblica al piazzale Spadolini, nei pressi della stazione. Lo stesso piazzale dove nei mesi scorsi sono state montate più volte, e sgomberate, alcune tende per dare riparo ai migranti. Tra le realtà presenti, Baobab, Social Pride, Cgil, Roma Meticcia, Action e la neonata Rete dei numeri pari. 

"La sindaca Raggi e il suo assessore Baldassarre vorrebbero realizzare presso l'ex albergo per ferrotranvieri un centro di accoglieza per transitanti che dovrebbe aprire a giugno" spiega a Romatoday Roberto Viviani dell'associazione Baobab. "Il municipio II però non è d'accordo: in consiglio comunale sono stati votati due ordini del giorno, approvati con una maggioranza 'strasversale', in cui si scrive nero su bianco che nè il Ferrhotel nè l'ex ittiogenico devono essere destinati ai migranti" continua. Nei prossimi giorni si terrà anche un consiglio straordinario in merito nel miniparlamento del II municipio. 

Intanto "anche questa notte 25 migranti, che negli ultimi giorni sono stati accolti nelle stanze della sede della Cgil di via Buonarroti, hanno dormito in strada, nelle tende e con le coperte regalate grazie alla cittadinanza". Il problema "non è risolto. A Roma ancora non c'è un piano che garantisca accoglienza ai migranti in transito, la maggior parte dei quali sono eritrei e quindi aventi diritto di protezione internazionale. Senza considerare che i 150 posti promessi a giugno rischiano di essere insufficienti dal momento che in estate gli sbarchi aumenteranno". 

Nei prossimi giorni sono in programma una serie di appuntamenti: "Rilanciamo insieme il presidio di mercoledì 25 gennaio al Pantheon contro le 'nuove' politiche migratorie del ministro Minniti e prepariamoci al 25 Marzo, 60imo anniversario dei trattati di Roma, che sancirono la nascita dell'Unione Europea, per ribadire la nostra idea di accoglienza, convivenza e libertà di movimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti al Ferrhotel, dopo l'occupazione di estrema destra antirazzisti in piazza a Tiburtina

RomaToday è in caricamento