rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Metro C, rischio ritardo per la tratta San Giovanni Colosseo. A inizio marzo partono le talpe

Questa mattina il sopralluogo dall'assessore alla Mobilità Linda Meleo nei cantieri di via Sannio e di via dell'Amba Aradam

Inizieranno a scavare i primi giorni di marzo le talpe meccaniche che realizzeranno i tunnel tra la stazione della linea C di San Giovanni, la cui apertura è attesa a breve, e le future stazioni di Ipponio-Amba Aradam e Colosseo. La notizia è stata data questa mattina dall'assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Linda Meleo, a margine di una visita, insieme ai membri della commissione mobilità, ai cantieri di via Sannio e di Amba Aradam della linea C. 

Attualmente le due talpe, chiamate in gerco tecnico Tbm, sono calate nel pozzo di via Sannio. "La prima talpa partirà entro la prima decade di marzo" ha detto Meleo mentre il responsabile del progetto linea C di RomaMetropolitane, Andrea Sciotti, ha poi chiarito che "la prima talpa impiegherà circa 3 mesi ad arrivare ad Ipponio. Dopo si fermerà e partirà subito la seconda talpa che impiegherà altri 3 mesi. A quel punto potrà essere spostato il cantiere di via Sannio, con l'alimentazione delle talpe, proprio ad Ipponio. Questa operazione porterà via altri due mesi. A quel punto le talpe potranno partire in direzione Colosseo" dove potrebbero arrivare in altri 4-5 mesi. 

"È importante che finalmente le talpe inizino a scavare verso il centro della città - ha commentato il presidente della Commissione Mobilità Enrico Stefàno - anche se ora è prematuro parlare di tempi, di quanto ci metteranno". 

Parlando di tempistiche, secondo quanto apprende l'agenzia Dire che è venuta in possesso di alcune tabelle tecniche, la data ultima fissata per l'apertura della tratta sarebbe il 31 dicembre 2022. "Sulla T3 - ha spiegato Andrea Sciotti responsabile del procedimento Linea C di Roma Metropolitane - ci sono dei ritardi rispetto al programma esecutivo. Se aprirà a fine 2022? Stiamo facendo delle verifiche. Inizialmente la previsione di apertura era il 2021". Intanto è sul punto di partire la revisione progettuale della tratta centrale tra Colosseo e piazzale Clodio, che inizialmente prevedeva le stazioni centrali di piazza Venezia, Chiesa Nuova, e Vaticano. 

"Per la project review - ha spiegato Sciotti - sono stati dati dei fondi dal ministero che dovrebbero essere disponibili. Abbiamo consegnato un primo studio parziale e a breve partirà la vera project review. La revisione progettuale è prevista in più fasi: la prima riguarda la revisione e l'analisi progettuale e nella fase successiva è prevista anche l'eventuale possibilità di fare dei sondaggi fino a Clodio"

Rispetto poi alla possibilità di far proseguire le talpe per circa 200 metri dopo Colosseo fino a piazza Venezia, al fine di favorire l'estrazione delle talpe e quindi la realizzazioine della tratta T2 Colosseo-Venezia-Clodio, il presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, Enrico Stefano, ha risposto "stiamo valutando". 

Mentre allo stesso Stefàno, durante la visita del cantiere Ipponio-Amba Aradam, è stato presentato il progetto della Sovrintendenza di collegare le mura Aureliane alla futura stazione di Ipponio-Amba Aradam. Un progetto però che sarà valutato con gli organi competenti e al di fuori del quadro economico della linea C. 


(Fonte Agenzia Dire) 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro C, rischio ritardo per la tratta San Giovanni Colosseo. A inizio marzo partono le talpe

RomaToday è in caricamento