menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scavi metro C (immagine d'archivio)

Scavi metro C (immagine d'archivio)

Metro C, la ministra De Micheli: "Pronti a commissariare l'opera"

La titolare ai Trasporti ha ribadito la volontà del Governo centrale di far gestire l'opera a un commissario straordinario

"A breve arriverà un commissario per la metro C". Parola della ministra dei Trasporti Paola de Micheli, che ieri nel corso del Sustainability day Acea ha toccato anche il tema della terza linea metropolitana della Capitale. "Dobbiamo portare a compimento il piano di completamento delle metropolitane nelle grandi città. Per Roma penso, in particolare, alla metro C che a breve commissarieremo". 

Già, e il primo a spingere per l'intervento di terzi nella gestione della grande opera è stato proprio il Comune di Roma. "Lo abbiamo richiesto più volte e in più di un'occasione. Con note specifiche inviate anche dal mio assessorato e dal dipartimento" ha commentato l'assessore alla Mobilità Pietro Calabrese. "Accogliamo, quindi, con favore le parole della ministra delle Infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli, che danno come imminente la nomina di questa figura. Se davvero arriverà a breve saremo i primi a festeggiare". La ragione? 

"È l'unico strumento amministrativo possibile per andare avanti, in un assetto burocratico strozzato dal cambio delle normative e dalle scelte assurde operate sull'appalto tra il 2005 ed il 2014" spiega ancora l'assessore. "È stata la sindaca ad averlo richiesto. E lo ha fatto perchè i cittadini meritano di vedere realizzata la terza linea metropolitana, non di subire le solite chiacchiere da bar a cui sono stati abituati per decenni".

Poi fa il punto sul futuro dell'opera. "Ricordo che abbiamo già inviato lo scorso ottobre al MIT il progetto definitivo per la stazione Venezia e il preliminare per la tratta T2 fino a Clodio, con le relative istanze di finanziamento, e che stiamo proseguendo con l'iter per la richiesta di nuove risorse per le tratte T1 e C2, quindi per il completamento dell'opera fino a Grottarossa".

I ritardi sulla tratta T3

Per quanto riguarda invece la tratta T3 San Giovanni-Colosseo, i tempi di apertura della nuova fermata sono slittati di quattro anni. Il taglio del nastro era previsto per settembre 2020. Non ne se ne parla invece fino a novembre 2024. A stabilirlo Roma Metropolitane su richiesta del contraente generale metro C. Diverse le ragioni dei ritardi che si sono accumulati in anni di cantiere, tra i ritrovamenti archeologici ad Amba Aradam, allo stop per mesi delle talpe escavatrici. Il rischio? Non fare in tempo a inaugurare la stazione per il Giubileo del 2025. 

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento