rotate-mobile
Politica

Metro C, tra le proteste arriva l'accordo con i sindacati: "I soldi li sbloccherà Improta"

Dopo ore di trattativa, l'intesa: oggi in giunta una delibera che toglie le competenze all'assessore al Bilancio e le 'sposta' su quello alla Mobilità

Arriva a tarda serata, al termine di una lunga giornata di proteste, l'accordo tra il Campidoglio e sindacati per sbloccare la situazione sulla metro C. Si è deciso per una delibera, che il sindaco Marino dovrebbe portare in giunta già oggi, in cui si stabilisce che la competenza di sbloccare i 253 milioni di euro stabiliti dall'accordo attuativo del 9 settembre passa all'assessorato alla Mobilità. Un modo per 'aggirare' la ragioneria generale di Palazzo Senatorio e l'assessorato al Bilancio guidato dal magistrato della Corte dei Conti Daniela Morgante che fino ad adesso, nonostante i ripetuti accordi, non hanno mai dato il via libera allo sblocco dei fondi perché preoccupati per un possibile danno erariale derivante dall'accordo. Ad attendere un esito, nella piazza del Campidoglio, i lavoratori dei cantieri della grande opera, senza stipendio da mesi, che ieri hanno scioperato per tutta la giornata.

Una giornata di protesta, iniziata fin dalle prime ore della mattina con i camion e le gru a bloccare via dei Fori Imperiali. Poi, nonostante la pioggia che è caduta per tutta la giornata, il lungo presidio in Campidoglio con tanto di occupazione lampo di Piazza Venezia per bloccare il traffico. Un modo per alzare il livello della tensione che non è piaciuto ai sindacati: “Non abbiamo chiesto noi di bloccare la strada” spiega il segretario della Uil Roma-Lazio Pierpaolo Bombardieri dopo aver cacciato dalla sala del Carroccio due rappresentanti del consorzio Metro C.

VIDEO - La denuncia delle imprese: "Il sindaco non ci vuole ricevere"

Intanto i segretari di Cgil, Cisl e Uil del Lazio Claudio Di Berardino, Paolo Rigucci e Pierpaolo Bombardieri con i rappresentanti delle relative categorie Marco Guerci, Andrea Cuccello e Anna Pallotta, di fronte a un primo deludente incontro con l'assessore Improta decidono di occupare a oltranza la sala del Carroccio. Sul piatto lo sblocco della prima tranche da 166 milioni di euro, che in base all'accordo del 30 ottobre scorso sarebbero dovuti arrivare entro l'11 novembre, sui 253 totali, ma anche le garanzie necessarie per continuare l'iter della grande opera. Dopo diverse ore di attesa, mentre in Aula Giulio Cesare si discuteva della situazione di Atac, l'incontro con il sindaco a cui in tarda serata si sono aggiunti anche gli assessori al Bilancio Morgante e alla Mobilità Improta.

Polemiche dal Consorzio metro C, composto da Astaldi, Ansaldo, Vianini, Ccc e Cmb, e dai rappresentanti delle imprese affidatarie rimaste escluse dall'incontro: “La giornata di protesta è stata organizzata insieme ai sindacati, il tavolo doveva essere comune” protesta Nicola Franco. “Siamo stati trattati da pezzenti. Prima l'amministrazione ci invita a salire, poi ci promettono due tavoli separati e alla fine il sindaco non si degna nemmeno di comunicarci se l'incontro potrà avvenire o no”. La preoccupazione non è solo “per il pagamento degli stipendi degli operai ma di prospettiva. Le imprese non ce la fanno più, le banche non ci fanno più credito, senza garanzie non possiamo nemmeno fare le ordinazioni del materiale necessario a lavorare”. 

Oggi, quindi, un'altra giornata cruciale per la metro C. Il sindaco ha assicurato di voler sbloccare la situazione confermando che per lui l'opera è strategica. La palla torna di nuovo alla giunta. Si tratta di capire se la delibera con cui si spostano le competenze dal Bilancio alla Mobilità avrà o meno ripercussioni sugli equilibri della squadra di Marino che potrebbe interpretare questa decisione come una 'sfiducia' nei confronti dell'operato del magistrato della Corte dei Conti. La situazione rimane appesa: “Se dal Campidoglio non arrivano risposte, siamo pronti ad andare a protestare al ministero” il commento più diffuso tra gli operai.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro C, tra le proteste arriva l'accordo con i sindacati: "I soldi li sbloccherà Improta"

RomaToday è in caricamento