Metro Barberini, niente riapertura l'8 dicembre: commercianti infuriati chiudono per protesta

Saracinesche abbassate dalle 9 alle 11 per i negozi dell'isolato. Da mesi aspettano la riapertura della fermata Barberini della metro A

Foto associazione TrasportiAmo

Saracinesche chiuse per una decina di negozi di via del Tritone e piazza Barberini. La protesta per chiedere l'immediata riapertura della fermata Barberini della metro A - chiusa dallo scorso 23 marzo a seguito di un incidente sulle scale mobili - non si ferma. Il riavvio della stazione slitta da settimane. Ultima data annunciata l'8 dicembre, ma solo per il flusso in uscita, anche questa disattesa. Su tutte le furie i negozianti, che ormai da mesi lamentano il calo di introiti dovuto alla riduzione del flusso turistico in zona. 

Questa mattina in circa cento si sono ritrovati in piazza, muniti di cartelli, per l'ennesima protesta. Contemporaneamente, dalle 9 alle 11, hanno abbassato la saracinesca. Da i noti marchi Sandro Ferrone e Clarks al Pepy's Bar all'angolo della piazza, esercizio storico, al tabaccaio, dal ristorante Antico Ristoro, alla Camiceria Bazzocchi.

Un lungo elenco di esercenti che già a inizio novembre aveva preso parte a una commissione Trasparenza per fare luce su lavori e tempistiche. E chiedere un risarcimento da parte del Comune di Roma per le perdite registrate in cassa. Una richiesta finita al centro di una mozione della capogruppo di Roma torna Roma, Svetlana Celli, presentata in Aula Giulio Cesare, bocciata dalla maggioranza. 

"Siamo quasi a Natale e la fermata ancora è chiusa" commentano dal Pepy's Bar. "Non possiamo andare avanti a questi ritmi: c'è chi tra noi registra un calo del fatturato fra il 30 e il 50%. Ci stanno riducendo sul lastrico". Nel mirino dei commercianti, come ovvio, Atac e il Campidoglio. Tanti i cori e i cartelli contro la sindaca Raggi: dal classico "Apri la metro, Virginia apri la metro", "Raggi le paghi te le tasse?" a scritte come "Degrado totale, Raggi buon Natale" e "Una sola parola: vergogna".

"Stazione metro Barberini chiusa ormai da 300 giorni e nessun segnale dall'Amministrazione Raggi - ha commentato la consigliera Celli presente alla protesta - i commercianti stanchi di silenzi hanno chiuso i loro negozi per qualche ora. Il segnale arriverà al Campidoglio? Con i commercianti di piazza Barberini in piazza per chiedere la riapertura della stazione. Assessore se ci sei batti un colpo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

protesta negozianti-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento