Metro B1: due milioni di spesa extra per il ripristino dei bus

Da lunedì, nel II e IV municipio, sono tornati a circolare bus prima soppressi. Salgono i costi e a beneficiarne è la società privata Tpl

Dei problemi della linea B1 e dei disagi provocati ai cittadini abbiamo a lungo scritto. In questi giorni c'è stato un nuovo riordino delle linee di superficie sia per rispondere a quelle che erano le proteste dei residenti di IV e II municipio, sia per alleviare le attese sulla B1. Un riordino, quello andato in scena a partire da lunedì scorso, che non è stato a costo zero, anzi. Ne dà conto oggi Repubblica in un articolo in cui quantifica in due milioni il costo di questa ricalibratura, addebitabile al flop della B1 e alla gestione della fase di transizione.

I COSTI - I soldi, più di due milioni secondo Repubblica, sono legati all'affidamento ad una società privata del servizio integrativo in superficie. Il quotidiano riporta anche una denuncia del consigliere PD Valeriani: "È la prima volta che l'apertura di una nuova infrastruttura produce effetti negativi, anziché benefici in termini di miglioramento del servizio e riduzione dei costi. L'entrata in servizio della B1 "avrebbe dovuto portare a un risparmio di 2,2 milioni di chilometri per il trasporto di superficie, ma l'esternalizzazione di quattro linee per quasi 1 milione di chilometri e il potenziamento di altre dieci per 900mila chilometri non solo hanno azzerato il risparmio, ma hanno fatto aumentare le spese per il Comune di circa 3 milioni. Un fallimento".

TPL - Questa 'toppa' alla 'falla' però non ha potuto metterla Atac. Ed ecco che è stato necessario rivolgersi alla società privata Tpl che però costa di più ( 3,95 euro per km/vettura  -  rispetto a quello che il Comune paga ad Atac in base al contratto di servizio (2,17 euro/km, il 40% in meno). Così da lunedì, il secondo gestore del trasporto pubblico ha preso in carico le nuove linee per un totale di 977mila km/vettura all'anno e un incasso aggiuntivo di 2 milioni.

ALEMANNO - Non si è fatta attendere la replica del sindaco Alemanno: "Per quanto riguarda la questione dei costi ho già detto all'Atac che non ce ne devono essere di aggiuntivi come neanche regali ai privati. Se qualche errore è stato fatto sarà corretto - ha aggiunto - non credo ma ho dato mandato di fare una verifica in questo senso". Il sindaco ha poi aggiunto che secondo lui "le cose riguardo alla B1 si stamno normalizzando. Il problema è un altro. Si sono dovute integrare alcune linee per rispondere alle esigenze dei cittadini. Ma complessivamente gran parte del trasporto su gomma é sceso. Man mano che la metro funzionerà si potra ulteriormente alleggerire il trasporto su gomma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento