Politica Cinecittà / Via Lemonia

Parco degli Acquedotti, torna il Memorial Corri per Stefano: "E' un momento di speranza"

Terza edizione del Memorial, alla vigilia del processo bis

Il primo ottobre si svolgerà il memorial "Corri per Stefano". Una duplice maratona. La prima si corre all'interno del parco degli Acquedotti. La seconda,  si svolge invece negli spazi dell'ex Dogana a San Lorenzo. E sarà incentrata sulla riflessione su questioni inerenti i diritti umani e la giustizia. Per lanciare questo duplice appuntamento, mercoledì 27 agosto si è svolta una conferenza stampa nella sala Nassiriya del Senato.

Otto anni dopo nella stessa sala

"È iniziato tutto in questa sala – ha ricordato Ilaria Cucchi – Stefano era morto da pochi giorni ed eravamo stati costretti, per fortuna, a fare le foto al corpo martoriato di mio fratello. Dai vostri sguardi – ha aggiunto rivolgendosi ai giornalisti presenti – ho capito che guardando quelle foto voi avevate capito. In realtà sono passati otto lunghissimi anni in cui è stato Stefano ad essere processato. Adesso siamo in un momento nel quale siamo di fronte ad un nuovo processo in cui i responsabili di quel violentissimo pestaggio saranno giudicati". Si svolgerà il 13 ottobre e, secondo il legale della famiglia Cucchi, sarà durissimo.

Le  previsioni del legale della famiglia Cucchi

"Il processo bis che inizia il 13 ottobre sarà estremamente duro perché alcuni temi processuali sono complessi. Compaiono reati gravissimi, al pari del pestaggio, quali falso e calunnia – ha dichiarato l'avvocato Fabio Ansaldo – In questo nuovo processo, ci sarà a testimoniare un carcerato che allora non parlò per paura, ma che ha visto Stefano aggrappato alle sbarre, stremato. Il punto critico è l’aspetto medico legale e anche in questa occasione non posso esimermi dal criticare il lavoro che hanno svolto i periti: la vertebra spaccata nella schiena di Stefano non era stata vista".

Il memorial Stefano Cucchi

Prima di tornare nell'aula di un tribunale,  una pletora di associazioni, comitati e cittadini, hanno però deciso di omaggiare Cucchi. Lo fanno in una data simbolica, il primo ottobre, quella in cui il geometra romano avrebbe dovuto spegnere trentanove candeline. " È stato fortunato mio fratello, perché tanti che hanno subito abusi non hanno neanche ottenuto un processo  – ha osservato la sorella Ilaria Cucchi - Il memorial per Stefano, Corri per Stefano, è un momento di speranza Servirà per tutti gli altri Stefano che non sono riusciti ad arrivare a un processo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco degli Acquedotti, torna il Memorial Corri per Stefano: "E' un momento di speranza"

RomaToday è in caricamento