rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica Ostia

Ronde in spiaggia a Ostia, Orfini contro Casapound: "Insieme ai mafiosi". La replica: "Ti quereliamo"

Il presidente del Pd ha attaccato l'organizzazione neofascista su Twitter

Matteo Orfini contro Casapound. E l’associazione di estrema destra minaccia querela al presidente del Pd. È un duro botta e risposta mezzo social l’ultimo strascico di polemiche seguite alla ronda per allontanare i venditori abusivi messa in campo sabato pomeriggio dai fascisti del terzo millennio guidati dal consigliere del X municipio Luca Marsella sulla spiaggia di Ostia. Dopo una domenica in cui nel quadro del centrosinistra si sono sollevate diverse voci contrarie, ad attaccare questa mattina è il deputato dem.

“Forse è bene ricordare a tutti che Casapound che fa le ronde a Ostia per cacciare dalla spiaggia un venditore di cocco è la stessa che a Ostia faceva le iniziative insieme al clan Spada” ha scritto Orfini su Twitter. “Perché come spesso accaduto nella storia di Roma, fascisti e mafiosi vanno a braccetto".  

Non si è fatta attendere la replica di Casapound Italia, sempre via Twitter: “Noi a braccetto coi mafiosi? Buffone. Il municipio di Ostia è stato sciolto per mafia per colpa del presidente del Pd che andava a braccetto con la mafia. Buffone. Risponderai in Tribunale delle tue menzogne. Noi siamo Casapound". 

Ma Orfini non molla. Anzi, rilancia postando una fotografia di Luca Marsella insieme a Roberto Spada: "I fenomeni di Casapound mi danno del buffone e dicono che mi denunceranno per aver ricordato i loro rapporti con gli Spada. Bene. Per aiutarli favorisco una foto da allegare alla querela". 

2018081302245501526-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ronde in spiaggia a Ostia, Orfini contro Casapound: "Insieme ai mafiosi". La replica: "Ti quereliamo"

RomaToday è in caricamento