Matrimoni gay, Marino sfida il Prefetto: "Non sono una minaccia per l'ordine pubblico"

Il primo cittadino ha scritto una lettera a Pecoraro sostenendo di "aver agito secondo la legge". Intanto in Campidoglio la visita di due Vice-Prefetti di Roma per esaminare tutta la documentazione relativa alle 16 trascrizioni

“Sulle trascrizioni vado avanti”. Continua il braccio di ferro tra l'amministrazione capitolina e il Prefetto Giuseppe Pecoraro sulla registrazione nella Capitale dei matrimoni tra coppie omosessuali contratti all'estero. Il sindaco Ignazio Marino, dopo giorni di polemiche e di botta e risposta mezzo stampa, ha inviato una lettera al Prefetto Giuseppe Pecoraro che lunedì scorso aveva ufficialmente chiesto al primo cittadino di ritirare le registrazioni. “Ritengo di aver operato legittimamente trascrivendo gli atti di matrimonio in questione. Il matrimonio civile tra persone dello stesso sesso celebrato all'estero non è inesistente e non costituisce minaccia per l’ordine pubblico”.

Marino tiene il punto palesando a pieno il caos giuridico nel quale è incappato il testa a testa scaturito dall'atto 'ribelle' dell'amministrazione capitolina al veto del ministro dell'Interno Angelino Alfano che ha investito i Prefetti del compito di far “rispettare la legge dello Stato” che non prevede le unioni civili . Il Prefetto potrebbe agire per questioni di ordine pubblico ma Marino lo scrive nero su bianco anche su Facebook: “Il matrimonio civile tra persone dello stesso sesso celebrato all'estero non costituisce minaccia per l'ordine pubblico”. Al contrario per il sindaco“la non trascrizione di quegli atti per via dell'orientamento sessuale delle coppie, sarebbe stata un atto palesemente discriminatorio, violando l'articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea”continua la nota di Marino. “La nostra è una posizione di legalità che vogliamo mantenere ben salda”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In mattinata il Campidoglio ha ricevuto anche la visita dei due Vice-Prefetti di Roma che hanno passato negli uffici capitolini 5 ore per esaminare in maniera accurata la documentazione sui 16 atti di trascrizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento