Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Caos rifiuti, Marino a Rocca Cencia: "Emergenza finita in 10 giorni. Cittadini, aiutateci"

Il sindaco negli impianti Tmb spiega: "Il gesto sbagliato di un cittadino lo paga poi tutta la città. Se un materasso finisce qui, puo' rompersi una macchina e la raccolta bloccarsi"

"Fuori dall'emergenza in 10 giorni? Immagino di sì". E' un Ignazio Marino ottimista quello che stamattina, accompagnato dall'assessore all'ambiente e dal presidente di Ama Fortini, ha effettuato un'ispezione a sorpresa nell'impianto Tmb di Rocca Cencia. La struttura oggi lavora a pieno regime e presto ospiterà un nuovo tritovagliatore.

Spiega Marino: "Abbiamo voluto fare un sopralluogo in questo impianto dove viene separata l'immondizia cosiddetta indifferenziata. Abbiamo visto che oggi si lavora anche di domenica per ritornare alla normalita' e da domani con il piano che abbiamo disegnato con 30 squadre disponibili giorno e notte credo che riusciremo a portare la pulizia nella nostra citta'. Certo ci vuole uno sforzo di tutti gli operatori dell'Ama ma anche dei cittadini. Qui nell'impianto abbiamo visto come nei cassonetti dell'indifferenziata vengano smaltiti mobili, lavatrici, televisori e moltissimi materassi. E questo ovviamente rende tutto più difficile".

Dopo le parole critiche nei confronti dell'azienda, Marino ha usato toni concilianti nei confronti di Ama: ""C'e' uno sforzo importante da parte di tutta l'azienda con i dirigenti che stanno lavorando da molti giorni comprese le notti per verificare che tutto avvenga nel modo piu' ordinato per quanto riguarda lo spazzamento, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Gli operai stanno lavorando a pieno ritmo. Ed aiutera' molto il fatto di avere un nuovo impianto, che trasporteremo da Bologna e che trattera' 300 tonnellate al giorno di rifiuti".

Sull'uscita dall'emergenza nei prossimi 10 giorni poi il sindaco di dice ottimista anche se lancia un appello ai cittadini. "Dipende da tanti fattori. Dalla volonta' dell'Ama di lavorare a pieno ritmo, come sta dimostrando anche oggi di domenica, ma anche dall'attenzione che noi tutti dobbiamo mettere. Se buttiamo un materasso dentro un cassonetto dell'indifferenziata dobbiamo sapere che qui l'impianto si puo' fermare per una giornata intera perchè si danneggiano le macchine che poi devono essere smontate. Il gesto sbagliato di un cittadino lo paga poi tutta la città".

E sui rifiuti ingombranti ha poi annunciato: "Camper per la raccolta mobile di rifiuti speciali gireranno presto nelle piazze dei Municipi della Capitale. "Ne abbiamo tre", ha spiegato il primo cittadino, "e andranno in giro per tutti i municipi in modo che i cittadini possano portare oggetti scarichi o ingombranti senza neanche dover chiamare il numero per i rifiuti speciali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos rifiuti, Marino a Rocca Cencia: "Emergenza finita in 10 giorni. Cittadini, aiutateci"

RomaToday è in caricamento