rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

Marino apre alla cannabis libera: "Favorevole alla liberalizzazione per uso medico e personale"

Il sindaco: "Gli anni di proibizionismo non hanno portato alcun risultato nella prevenzione del drammatico aumento nell'uso di droga". Ciocchetti: "Marino tutto fumo e niente arrosto"

Il sindaco Ignazio Marino apre alla legalizzazione delle droghe leggere. Lo fa in occasione dell'ottava conferenza annuale della Societa' internazionale per gli studi sulla politica delle droghe nel corso della quale ha dichiarato: "Sono favorevole alla possibilità di liberalizzazione della cannabis per uso medico e personale".

Il primo cittadino argomenta la sua idea spiegando che "personalmente ho un'idea molto chiara di quello che deve essere fatto. La depenalizzazione e la legalizzazione della marijuana devono essere considerate un punto di partenza perchè gli anni di proibizionismo non hanno portato alcun risultato nella prevenzione del drammatico aumento nell'uso di droga".

"La criminalità organizzata", ha concluso Marino, "ancora gestisce grandi porzioni del traffico internazionale e ci sono abbastanza ragioni per riaprire il dibattito oggi in Italia. Viviamo in un tempo in cui una riforma delle leggi sulle droghe e' necessaria a livello nazionale e internazionale".

Ironico il commento di Luciano Ciocchetti, candidato alle elezioni europee con Forza Italia: "Finalmente è uscito allo scoperto. Ora cavalca la legalizzazione, tra pochi gironi sara' sul carro del gay pride. Il sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino, stordito dalle canne lascia la citta' tra rifiuti e degrado. Questo e' il sindaco tutto fumo e niente arrosto. Posso solo aggiungere #marinodimettiti".

"Più canne per tutti. L'ordinanza antialcol ancora non c'è, ma nel frattempo Marino torna a cavalcare la sua crociata per la liberalizzazione della cannabis", dichiara Giuseppe Cangemi, consigliere del Nuovo centrodestra della Regione Lazio.

"Il sindaco chirurgo lasci perdere le sue battaglie antiproibizioniste- prosegue- e si preoccupi di risolvere le vere emergenze della Capitale: i romani non ne possono più delle strade invase dai rifiuti, delle buche killer, degli spacciatori davanti alle scuole, degli ambulanti abusivi, della movida violenta. Se Marino pensa di far dimenticare ai romani tutti i suoi disastri con una tirata di fumo si sbaglia di grosso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino apre alla cannabis libera: "Favorevole alla liberalizzazione per uso medico e personale"

RomaToday è in caricamento