rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Marino e i 4500 euro per fare il sindaco: "Abbiamo esagerato con i tagli"

L'intervista rilasciata dal sindaco al Venerdì di Repubblica scatena polemica. Ironica Sveva Belviso: "Ho deciso di promuovere una colletta. Aiutiamo Marino, visto che ha così bisogno

"Non è un buon momento per le rivendicazioni salariali, ma prima o poi bisognerà riequilibrare". E' bufera su Ignazio Marino. A provocarla un'intervista rilasciata al Venerdì di Repubblica che, pubblicata ieri su Libero in alcune sue parti, ha provocato le reazioni di tutta l'opposizione.

Spiega al Venerdì Marino: "Amministriamo bilanci miliardari e responsabilità enormi. Ammetto che forse con la battaglia sui costi della politica si è ecceduto. Ma prima o poi bisognerà riequilibrare". Il sindaco parla dei suoi impegni: "Prima riunione alle 8 del mattino per l'agenda di giornata - racconta-. Alle 23 l'ultima di bilancio. Poi a casa a mezzanotte. Niente mondanità. Sveglia alle sei del mattino. Dodici giorni di ferie per gli assessori, per me sette".

L'opposizione, attraverso il capogruppo del Pdl Sveva Belviso, attacca: "Dopo la finta pedonalizzazione, Marino ha scoperto un'altra emergenza: il suo stipendio. Se, in tempi di crisi così drammatica, e dopo anni di laute retribuzioni da parlamentare, aveva intenzione di chiedere un aumento di stipendio avrebbe potuto inserirlo nel suo programma elettorale informando correttamente i cittadini delle sue intenzioni. Data la drammaticità della situazione di Marino - conclude Belviso - ho deciso di promuovere una colletta. Aiutiamo Marino, visto che ha così bisogno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino e i 4500 euro per fare il sindaco: "Abbiamo esagerato con i tagli"

RomaToday è in caricamento