menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione Lazio, Marco Vincenzi eletto nuovo presidente dell'assemblea regionale

Succede a Mauro Buschini, dimissionario per la vicenda concorsopoli

Marco Vincenzi è stato eletto nuovo presidente del Consiglio del Lazio dall'Assemblea regionale. L'attuale capogruppo del Pd ha ottenuto 34 voti alla seconda chiamata, quando erano presenti 44 consiglieri su 51. Sei voti sono andati al capogruppo della Lega, Angelo Tripodi, due le schede bianche e due le nulle. Il quorum previsto era di 31 preferenze. Non hanno partecipato alla votazione i 6 consiglieri di Fratelli d'Italia e l'esponente del M5S, Gaia Pernarella, assente per motivi personali.

Vincenzi, 63 anni, succede al dimissionario Mauro Buscini ed è il terzo presidente del Consiglio regionale del Lazio della legislatura iniziata nell'aprile del 2018. Il primo a sedere sullo scranno più alto della Pisana è stato Daniele Leodori, che si e' dimesso un anno dopo per diventare vicepresidente del Lazio. Al suo posto e' succeduto Mauro Buschini, che si è dimesso la scorsa settimana in seguito alla discussa vicenda delle 24 assunzioni da parte del Consiglio regionale, "pescando" dalle graduatorie di un concorso effettuato dal Comune di Allumiere.

"Sono onorato di essere stato eletto presidente del Consiglio regionale del Lazio. Ringrazio l'intero Consiglio e i colleghi per avermi affidato questa alta responsabilità. Assolverò il compito che mi avete chiamato a svolgere con il massimo impegno", ha detto il neo presidente del Consiglio regionale del Lazio Marco Vincenzi subito dopo la sua nomina in Aula alla Pisana. "Mi avete nominato a poco meno di due anni dal termine dell'attuale legislatura - ha sottolineato nel corso del suo discorso rivolgendosi ai colleghi- Il mio compito principale sarà continuare a garantire rispetto delle prerogative di ciascun consigliere affinché possa espletare compiutamente e al meglio le proprie funzioni previste e tutelate dal nostro ordinamento". 

"Sarò anche io come i miei predecessori il presidente di tutti, consigliere e consiglieri di opposizione e maggioranza senza alcuna distinzione", ha evidenziato Vincenzi. "Insieme continueremo a lavorare con dedizione, impegno ed entusiasmo, coscienti del ruolo e delle responsabilità che le elettrici e gli elettori ci hanno conferito esprimendo il loro voto. Grazie ancora per la fiducia e l'onore che mi avete accordato - ha affermato Vincenzi al termine del suo discorso in Aula - Userò tutte le mie energie per svolgere, con il vostro aiuto, nel modo migliore possibile e nell'interesse pubblico il prestigioso incarico di presidente del Consiglio regionale del Lazio".

Quindi Vincenzi ha parlato del dimissionario Buschini: "Desidero sottolineare la correttezza delle scelte del presidente Mauro Buschini: la sua proposta di istituire una commissione Trasparenza alla quale affidare il compito di valutare ed analizzare la procedura di assunzione dei dipendenti nei ruoli del Consiglio e la contemporanea decisione di dimettersi al fine di garantire la massima trasparenza nella costituzione della Commissione stessa, nonché la più completa autonomia nell'operato che essa dovrà svolgere. Sono decisioni assunte in assoluta correttezza e rispetto istituzionale". 

"Sono convinto che tutto verrà chiarito in modo definitivo", ha sottolineato. E "in attesa che si faccia chiarezza è importante evitare processi sommari con sentenze avventate. Sono fiducioso che tutto questo non avverrà", ha concluso Vincenzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento