Marchini, Onorato e l'opposizione costruttiva:"#Ricominciamodaroma"

Intanto però la lista dell'Ingegnere perde pezzi. Mino Dinoi infatti passa al gruppo misto. Marchini: "Era scontato. Il suo è comportamento coerente". Onorato sarà capogruppo

Alfio Marchi e il capogruppo in consiglio comunale Alessandro Onorato

Pagamenti dei debiti del comune di Roma con le imprese, un reale decentramento, no all'Imu sulla prima casa, Roma Lido di proprietà comunale, vigile di quartiere e soprattutto l'approvazione del bilancio entro luglio. Alfio Marchini e Alessandro Onorato, consiglieri comunali della lista Marchini, fissano i paletti della loro prossima azione politica. "Saremo all'opposizione, ma in maniera costruttiva", dicono. Ed anche per questo partono da proposte concrete con le quali promettono di incalzare il sindaco sin da lunedì, giorno della prima seduta del consiglio municipale. "Presenteremo le nostre proposte e se la nostra forza non basterà", spiega onorato, "faremo ricorso alle delibere d'iniziativa popolare".

Un'opposizione che parte dai romani da incontrare nelle piazze e sui social network. Anche per questo è già pronta l'hashtag #ricominciamodaroma attraverso la quale i romani potranno segnalare ciò che non va nei proprio quartieri.

Nel giorno dell'ingresso in Campidoglio è però inevitabile parlare dell'abbandono di Dinoi. Marchini non si sottrae e spiega: "Io penso sia un comportamento coerente - dice Marchini -. Dinoi è entrato in Consiglio grazie al fatto che Marino ha vinto, altrimenti sarebbe rimasto fuori. Appartiene al gruppo di Baldi, strettamente legato a Zingaretti in Regione. La sua scelta mi sembra coerente con il suo profilo politico". Marchini fa poi riferimento al giubilo dello stesso Dinoi che all'elezione di Marino è stato immortalato nell'atto di stappare champagne.

Marchini ribadisce poi il suo approccio costruttivo: "Il mio approccio è costruttivo. L'opposizione sarà chiara e coerente e non chiederò nulla nè per me, nè per altri". E a chi chiedeva se avesse mai pensato di entrare in giunta, risponde: "No, ma ringrazio Marino per l'attenzione, il rispetto con cui si rivolge a me. Ciò non toglie che darò a lui tutto il contributo e il supporto - ha continuato - perchè credo che Roma ne ha bisogno".

Sulla nomina di Onorato a capogruppo ha poi spiegato: "Onorato saprà interpretare al meglio le istanze di discontinuità, radicale cambiamento e partecipazione che erano e sono alla base del  mio programma per la città. La nostra, così come ci hanno chiesto i nostri elettori, sarà un'opposizione costruttiva, non chiederemo posti e favori, ma avremo come unica stella polare gli interessi della città, dei cittadini, delle famiglie e delle aziende".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento