Aree verdi, Legambiente lancia l'allarme alla Regione: "Non burocratizzate il volontariato"

In Consiglio regionale si decide il futuro di molte associazioni impegnate nella manutenzione del verde. Scacchi (Legambiente): "A rischio uno strumento utile, recente e democratico"

Burocratizzare l'attività dei volontari che si prendono cura del verde. Il Consiglio Regionale deve votare una proposta di legge, la 128/2019, che rischia d'incidere seriamente sull'attività che, cittadini ed associazioni, mettono in campo per garantire il decoro di parchi, giardini, aiuole.

Il contributo a rischio

“Da settimane stiamo chiedendo di evitare che, con una proposta di legge regionale, venga abolito il contributo per la manutenzione delle aree verdi -  fa sapere Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio - Nonostante parziali modifiche dopo commissioni ed emendamenti, la legge in discussione porterebbe comunque ad abrogare i contributi del verde, ne assorbirebbe le risorse, introdurrebbe una discrezionalità sbagliata e non sarebbe neanche garantito il proseguimento di un meccanismo che, nell'ultimo anno, ha funzionato a meraviglia".

Una legge recente

Secondo il numero uno di Legambiente "Non si comprende per quale motivo, si dovrebbe togliere uno strumento regionale utile, recente, democratico e che valorizza l’associazionismo, oltre che i rapporti di collaborazione positiva tra istituzioni, comitati e associazioni". Dal 2017, grazie all'articolo 16 della legge reagionale nr 9, c'è la possibilità di usufruire di incentivi per la manutenzione del verde. Quell'articolo è però finito nel mirino della Pisana.

La burocrazia ed il volontariato

Eppure, ragiona Scacchi ,"grazie ai contributi del verde, oltre cento soggetti su tutto il territorio regionale, hanno potuto giovare di reale sostegno alla propria azione; tutto ciò è messo a rischio a causa di una proposta che annulla lo strumento, mischiandolo in un ben più ampio calderone dei beni comuni, a causa del quale, la cura delle aree verdi potrà solo diminuire. Con una nuova legge che burocratizza il sostegno al volontariato, se ne cancellerebbe invece una fluida, veloce e di estrema efficacia, chiediamo al consiglio regionale di fare in modo che ciò non avvenga”.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

  • Fiocco viola e messaggi su schermi: Atac ricorda Sophia, figlia di un dipendente morta dopo una malattia

Torna su
RomaToday è in caricamento