Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Strade, scaduto l’accordo quadro su manutenzione e pronto intervento: il Campidoglio chiede aiuto ai Municipi

Sulla manutenzione delle strade "di grande viabilità" il Dipartimento Simu ha chiesto l'intervento dei municipi. Spiega l’ass. Meleo: “E’ una prassi, in attesa delle ultime pratiche amministrative su nuovo accordo quadro”

E’ scaduto l’accordo quadro che garantiva la manutenzione delle strade della cosiddetta “grande viabilità”, quelle cioè la cui competenza non è dei municipi. A renderlo noto è stato il Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana del Comune, con una lettera inoltrata il 29 settembre a tutti e 15 gli enti di prossimità.

L'accordo scaduto

“Dal primo ottobre cessa attività degli accordi quadro di manutenzione ordinaria e pronto intervento ancora in essere” si legge nel documento firmato dal SIMU. L’amministrazione, in preparazione di un maxi accordo triennale, aveva avviato il lavoro per farne uno ponte, della durata semestrale. Solo che, stando alla comunicazione del Dipartimento, al 29 settembre Roma Capitale si trovava ancora nell’”impossibilità di avviarlo”. Cosa fare quindi per garantire la manutenzione delle arterie più trafficate, ma anche delle “strade dell’ex ente Eur” e delle “sedi tramviarie?”. 

L'attività di supplenza

La richiesta che i dirigenti dei municipi si sono visti recapitare è stata quella di “valutare la possibilità di assicurare, per un numero limitato di giorni, l’attività di pronto intervento manutentivo” alle UUOTT, le unità tecnico operative dei municipi. Una vera e propria “attività di supplenza” che “cesserà  all’atto della consegna in via d’urgenza dei nuovi accordi quadro”.

La reazione dai municipi

“E’ grave che si chieda ai Municipi, che rischiano di non avere le risorse per farlo, di garantire quegli interventi sulle strade e sulle sedi tramviarie che non sono di loro competenza – ha obiettato Salvatore Vivace(REvoluzione Civica), assessore alla mobilità e candidato alla presidenza del Municipio VII – il Campidoglio non avrebbe dovuto far scadere l’accordo quadro, lasciando di fatto ai municipi la responsabilità di manutenere queste strade.  Un onere che non viene neppure chiarito quanto dovrebbe durare”.

La risposta del Campidoglio

La situazione però, per l’assessorato capitolino ai Lavori pubblici, è sotto controllo. Per l’assessora Linda Meleo, interpellata sulla questione “A mezzanotte di ieri (30 settembre ndr)  è scaduto il vecchio Accordo Quadro, ma è già diventato esecutivo il nuovo Accordo Quadro semestrale per la manutenzione ordinaria delle strade di competenza della Grande Viabilità. Il Dipartimento ha inviato la comunicazione ai singoli Municipi come da prassi, in attesa delle ultime pratiche a livello amministrativo”.

“Abbiamo scelto di farne un Accordo di sei mesi nelle more dell’aggiudicazione del maxi Accordo Quadro triennale del valore complessivo di circa 205 milioni di euro che sarà attivo nel 2022 e che necessita di maggiori controlli e verifiche visto l’entità dell’importo” ha spiegato Meleo. Ma “in attesa delle ultime pratiche amministrative” dell’accordo semestrale, il Dipartimento SIMU ha avvertito i municipi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade, scaduto l’accordo quadro su manutenzione e pronto intervento: il Campidoglio chiede aiuto ai Municipi

RomaToday è in caricamento