Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

La controguida turistica di Sinistra e Libertà: ecco Kalimanno

Un opuscolo pieghevole firmato dal gruppo in Provincia di Roma, dispensa consigli ironici ai turisti. Questa mattina la consegna al sindaco Alemanno che l'ha presa bene: “Una volta tanto una cosa simpatica”

Sinistra e Libertà sceglie l'ironia per attaccare il sindaco Alemanno. Porta infatti la firma del gruppo di SL in Provincia di Roma l'ironico manuale di sopravvivenza stampato in 2000 copie e distribuito oggi a circa 1000 turisti romani presso il Colosseo o il Campidoglio.

Una guida “al vetriolo”, che ha l'intento di preservare l'incolumità del turista che fa visita alla Capitale. Il manuale propone un decalogo dei possibili visitatori di Roma e ad ognuno dispensa suggerimenti caustici, riconducibili a recenti fatti di cronaca o a provvedimenti del Sindaco Alemanno.

"Per il turista gay, lesbo, trans gender: sconsigliate vivamente le zone del Colosseo o Gay Village. Rischio accoltellamenti, pestaggi e insulti omofobi. Per il turista in moto: evitare le strade alberate senza equipaggiamento protettivo. Causa caduta rami e alluvioni".

E ancora. "Per il turista rom: assicurarsi di non essere il rom numero 6001. C'é il numero chiuso. Per il turista extracomunitario a cui scade il visto turistico: Comune e Stato assicurano vitto e alloggio gratis nel comodo centro di accoglienza di Ponte Galeria. Per il turista amante della musica: dotarsi di repertorio musicale adeguato. In città - si spiega -, a meno che non vi piaccia Califano, difficile trovare concerti, specie se gratuiti. Per il turista che ama farsi un sorso la sera: non sostare nelle zone centrali della città con bottiglie di vetro, in periferia fate come volete".

In copertina dell'opuscolo pieghevole un Alemanno raffigurato come la Dea Kalì. "Questa città sta limitando gli spazi per chi vorrebbe viverla serenamente”, ha spiegato Peciola, “ci sono tutta una serie di divieti che ne ostacolano la fruibilità sia da parte degli abitanti che da parte dei turisti. Alemanno, come raffigurato nel nostro manuale, appare come un kalimanno che acchiappa le mosche, muove tanta aria ma non risolve i problemi della città".

L'ha presa bene il Sindaco Alemanno: "Una volta tanto mi sembra una cosa simpatica da parte dell'opposizione". Meno bene l'ha prese il presidente di Di-Gay Project Imma Battaglia: “Strano modo di dare consigli. Consiglia ai turisti omosessuali a Roma di non frequentare la gay street piuttosto che il Gay Village. Non si accorge Peciola che questa provocazione non serve a nulla se non ad alimentare odio, paure e insicurezze che rischiano di essere soltanto fraintese e manipolate? Un cittadino comune avrà sempre più paura di frequentare luoghi di aggregazione costruiti con tanta fatica dalla comunità gay e che vanno invece sostenuti e rafforzati".

ECCO IN FORMATO PDF IL MANUALE FIRMATO DA SINISTRA E LIBERTA'


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La controguida turistica di Sinistra e Libertà: ecco Kalimanno

RomaToday è in caricamento