Regione: giù l'Irap alle imprese, Zingaretti dopo la fiducia rinnovata annuncia la manovra

La manovra prevede un risparmio medio di 5mila euro all'anno per ciascuna impresa. Sono 25 i settori interessati

L'obiettivo di Nicola Zingaretti per il triennio 2019/2021 è "produrre uno choc economico". È questa la funzione che il governatore della Regione Lazio attribuisce alla manovra di 3,42 miliardi di euro contenuta nel bilancio e nel patto di stabilità presentati in consiglio regionale lo scorso venerdì.

Tra le grandi "rivoluzioni" annunciate nel programma anche la riduzione delle tasse alle imprese: "Introduciamo un aumento del fondo taglia tasse che arriva a 344 milioni per il 2019 e per prima volta nella storia una parte sarà dedicata anche alla riduzione dell'Irap, c'è una programmazione di riduzione fiscale di circa 1 miliardo di euro per Irpef e Irap: è un segnale di inversione di tendenza per il rilancio"ha spiegato il governatore. 

Non solo: il fondo prevede 20milioni in più a beneficio dell’abbassamento dell'Irap per le aziende che generano una quota maggiore del fatturato all'estero. Si tratta di imprese impegnate nell'estrazione mineraria, nell'industria lattiero-casearia e altri prodotti alimentari e ancora produzione di bevande, tessitura e abbigliamento fino all'industria dei prodotti farmaceutici, della ceramica e alla fabbricazione di apparecchiature di cablaggio. Sono in totale 25 i settori interessati e comprendono 3.453 famiglie di aziende. Per loro si riduce la percentuale dello 0,92%, passando da 4,82% a 3,90% a partire dall'anno fiscale 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La manovra prevede un risparmio medio di 5mila euro l'anno per ciascuna impresa, con una riduzione media per azienda del 19,1%. "In particolare il settore farmaceutico, per rendere più competitivo il nostro territorio, quello estrattivo, molto importante perché renderà più sostenibile mantenere la lavorazione dei materiali con una strada diversa rispetto al protezionismo e ai dazi - ha concluso Zingaretti - Quindi l'inizio di una stagione di utilizzo della leva fiscale, un primo segnale di inversione di tendenza affinché si capisca che facciamo sul serio e vogliamo indicare il Lazio come uno dei luoghi su cui investire per il futuro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento