Politica

Manovra, Leonori (Pd): "Nessuna equità ma solo privilegi per consiglieri e assessori"

Marta Leonori, del Pd, afferma che nella manovra approvata non "c'è alcuna traccia di equità e alcun sostegno per il rilancio dell'economia regionale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Nella manovra approvata dal centrodestra non c'è alcuna traccia di equità e alcun sostegno per il rilancio dell'economia regionale ma solamente un rafforzamento dei privilegi per la casta dei consiglieri e degli assessori". Ad affermarlo è la candidata alla segreteria regionale del Pd Marta Leonori. "Polverini - aggiunge - ha perso gran parte del suo tempo a fare propaganda sul governo precedente, e sulla scarsa attenzione al bene comune e alle famiglie, facendo passare poi sottobanco l'odiosa estensione del vitalizio agli assessori nominati e non eletti. Si tratta di un approccio del tutto originale al tema della riforma dei costi della politica. Ci vuole una bella faccia tosta - nota Leonori - a moltiplicare privilegi anacronistici e a lasciare invariata l'età dei 50 anni per il diritto al vitalizio. Ma i costi della politica odiosi, e voluti dalla Polverini, sono anche le 20 commissioni che non hanno precedenti e i 5 monogruppi. Si tratta di un calcio in faccia a milioni di cittadini del Lazio. Credevo che una donna presidente avesse più coraggio - ha concluso Leonori - e invece è rimasta invischiata nei veti e nei condizionamenti della peggiore politica mai vista in Regione, trovandosi perfettamente a suo agio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra, Leonori (Pd): "Nessuna equità ma solo privilegi per consiglieri e assessori"

RomaToday è in caricamento