Politica

Manovra in Regione: tagli in tutti i settori, ma rimangono i vitalizi

Approvato il Bilancio di Previsione 2012 della Regione Lazio. Manovra da 1,7 miliardi di euro. Previsti diversi aumenti per i cittadini. Continua lo scandalo vitalizi

Con 39 voti favorevoli e 20 contrari il Consiglio Regionale del Lazio, presieduto da Mario Abbruzzese, ha approvato il Bilancio di Previsione 2012 della Regione Lazio.

POLVERINI - Esprime la sua soddisfazione Renata Polverini: “Per la prima volta la finanziaria viene votata senza maxi emendamento, e questo grazie alla maggioranza ma anche alle opposizione che con un comportamento responsabile hanno contribuito a tutti i lavori garantendo la loro presenza fino alla votazione finale". "Inoltre - ha aggiunto - ho mantenuto l'impegno di non portare in 'collegato'. La manovra è uscita dall'Aula, più o meno come è entrata, anche perché è un provvedimento di forte rigore perché assorbe 1,7 miliardi di tagli" derivanti dalle manovre nazionali. "Ciò nonostante - ha aggiunto - abbiamo cercato di mantenere tutti gli impegni, in particolare quelli sulle politiche sociali e sul lavoro, confermando gli investimenti che avevamo. In un momento come questo era l'unica manovra possibile". A chi le chiedeva come commentasse le critiche arrivate dall'opposizione, per il fatto che nessuno dei loro emendamenti è stato approvato, la presidente ha risposto: "ieri sera ho sentito un intervento che non ho compreso, anche perché molti emendamenti dell'opposizione sono stati ritirati, e ho sentito io stessa in Aula, che venivano ritirati perché c'era un impegno della Giunta, ad assorbire le indicazioni. Nel momento in cui vengono ritirati - ha concluso - è evidente che c'è un accordo per raggiungere un obiettivo. Probabilmente quando si vota così tardi c'è anche nervosismo".

COSTI DELLA MANOVRA  – Spiega una nota della Regione: la manovra nel suo complesso vale 1,7 miliardi di euro, tra tagli alla spesa (1,4 miliardi) e maggiori entrate per 300 milioni di euro. Le entrate e le uscite del Bilancio di previsione 2012 sono pari a 28 miliardi e 770 milioni di euro in termini di competenza e in 36.556.032.644,38 euro in termini di cassa. Il disavanzo sanitario 2011 è stimato in 840 milioni di euro. Le maggiori entrate sono attese dalla lotta all'evasione fiscale (80 milioni) e all'evasione sui ticket sanitari (60 milioni) e anche dall'introduzione di una nuova imposta regionale sulla benzina per autotrazione e dall'aumento del bollo auto. Inoltre sarebbe stata abrogata una norma della legge sulla contabilità regionale che stabilisce che la legge finanziaria non possa istituire nuove imposte e tasse. Quel che appare, almeno fino a ora. è che i tagli  riguarderanno sanità, trasporti, cultura e che la regione imporrà un'addizionale Irpef tra le più alte d'Italia. A tutto questo si aggiunge lo scandalo dei vitalizi per far aumentare i malumori ai cittadini e all'opposizione che rincara la dose.

L'OPPOSIZIONE - “Non uno, dico uno, emendamento presentato dalle opposizioni è stato approvato. Mi rifiuto di pensare che le opposizioni siano talmente insensibili o ignoranti da presentare 350 stupidaggini". Lo ha detto il capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Lazio Esterino Montino, dichiarando il suo voto contrario alla Finanziaria 2012. "Noi abbiamo fatto un atto di responsabilità - ha spiegato - presentando una contromanovra asciutta. Ma la risposta è stata questa: zero apprezzamenti, zero approvazione di emendamenti. Ne prendiamo atto, ma siamo costretti a cambiare registro. Cambierà profondamente, e la discussione diventerà più serrata e pesante, così come le nostre campagne. Visto che voi siete insensibili, arroganti e su questo tono - ha concluso Montino - Il 2012 sarà improntato su questa sfida. Buona fortuna". Pronta la replica del capogruppo Pdl Franco Fiorito: "Questo bilancio è stato snellito - ha detto - è stato un bilancio vero, senza maxiemendamenti e senza collegati. Mi stupisce dunque l'intervento di Montino. Non è comprensibile questo tono di minaccia. Forse è collegato a qualche piccolo dissidio all'interno della sinistra. Voi avete portato 350 emendamenti, se aveste fatto una proposta su uno o due argomenti che si potevano forse concordare... ma Il dialogo non si può fare da soli. Per la prima volta - ha concluso Fiorito - finiamo un bilancio dal 21 al 22 dicembre: vittoria non solo del contenuto ma della forma".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra in Regione: tagli in tutti i settori, ma rimangono i vitalizi

RomaToday è in caricamento