rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

Inchiesta rifiuti, revocati gli arresti domiciliari a Manlio Cerroni

Lo ha deciso il gip Massimo Battistini che ha imposto però il divieto per l'avvocato di dimorare a Roma. Fine della misura cautelare anche per gli altri arrestati

Revocati gli arresti domiciliari per Manlio Cerroni, gestore della discarica di Malagrotta, rinviato a giudizio nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Roma sul sistema dei rifiuti regionale. L'avvocato di Pisoniano era stato arrestato il 9 gennaio scorso insieme ad altre sei persone. A deciderlo, il gip Massimo Battistini, lo stesso che firmò la misura cautelare eseguita il 9 gennaio, imponendo però il divieto di dimora a Roma.

Fine dei domiciliari anche per gli altri arrestati: Bruno Landi, Piero Giovi, Francesco Rando e Giuseppe Sicignano. Per tutti loro è stata previsto però l'obbligo di firma. Il primo e Rando dovranno presentarsi tutti i giorni in commissariato, Giovi tre volte alla settimana e Sicignano due volte. Il prossimo 5 giugno è stata fissata per tutti la prima udienza del processo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta rifiuti, revocati gli arresti domiciliari a Manlio Cerroni

RomaToday è in caricamento