rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Manifestazione 19 ottobre, paura per gli scontri. Il Prefetto: "Sarà dura ma pacifica"

Oggi nella Capitale si è riunito il Comitato sicurezza. Pecoraro annuncia che sul campo ci saranno 4mila uomini. Confcommercio lancia il suo appello contro le violenze: "Non sono i negozianti i responsabili dei problemi"

Occhi puntati sul corteo dei movimenti del 19 ottobre. Se nei prossimi giorni Roma infatti sarà attraversata da migliaia di persone, a finire sotto la lente di ingrandimento del Comitato per la sicurezza che si è tenuto oggi nella Capitale c'è il fine settimana del 18 e 19 ottobre quando, dopo la manifestazione dei sindacati di base e la partita Roma-Napoli di venerdì, il sabato scenderanno in piazza i movimenti e i No Tav. “Ci aspettiamo una manifestazione dura ma pacifica” ha affermato il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro al termine della riunione del Comitato.

La paura è che si ripeta lo scenario del 15 ottobre quando duri scontri tra manifestanti e forze dell'ordine misero a ferro e fuoco piazza San Giovanni. Pecoraro dimostra la massima attenzione ma senza creare allarmismi: il rischio di infiltrazioni violente “esiste, ma spero che siano isolati dai promotori dell'evento e dagli altri manifestanti”. 

Sul campo saranno impegnati oltre 4 mila uomini delle forze dell'ordine “ma non escludo che ce ne vorranno di più”. Preoccupa infatti anche la partita di venerdì sera: “La richiesta era stata fatta prima che si sapesse quando si sarebbe disputato il match di campionato”.

Pecoraro ha inoltre spiegato il tragitto autorizzato che compiranno i manifestanti il 19 ottobre. La paura infatti è che vengano presi di mira obbiettivi sensibili come i ministeri. Il corteo partirà da Piazza San Giovanni, dove fin dalla sera prima ci sarà una tendopoli “autorizzata” dei sindacati di base, per arrivare a piazza di Porta Pia molti vicino alla sede del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. “Sono state pianificate le misure di prevenzione previste per ogni manifestazione, saranno fatte le bonifiche come normalmente avviene in queste occasioni”. 

Il Prefetto cerca di tranquillizzare anche i negozianti, “non ho motivo di allarmarli” ha affermato, anche se il timore per gli scontri persiste. Proprio oggi si è diffuso un appello del presidente di Confcommercio Giuseppe Roscoli: ''Credo che le persone che andranno a manifestare sabato 19 ottobre dovrebbero comprendere che non sono i commercianti e i lavoratori che incontrano sul loro cammino i responsabili dei problemi contro cui manifestano. Quindi un invito al rispetto della dignità delle persone che in quel momento stanno lavorando credo sia d'obbligo”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione 19 ottobre, paura per gli scontri. Il Prefetto: "Sarà dura ma pacifica"

RomaToday è in caricamento