Politica

Maltempo, Cgil: "Pompieri bloccati per mancanza di mezzi"

La Cgil si è espressa sui disagi che hanno colpito la capitale a causa del violento nubifragio di questa mattina

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“L'eccezionale quantità di pioggia caduta sulla Capitale ha mandato in tilt la città causando enormi disagi alla popolazione e la perdita di una vita umana. Molti pompieri sono di fatto rimasti a piedi e senza attrezzature sufficienti per poter intervenire. I tagli delle ultime manovre e l'obsolescenza dei mezzi che riempiono ormai i piazzali delle nostre officine hanno prodotto questi risultati". Lo dichiara la Funzione Pubblica della Cgil di Roma e del Lazio.

"Denunciamo lo stato di disagio dei vigili del fuoco romani per non aver potuto rispondere in maniera opportuna alle richieste della cittadinanza - spiega il sindacato -, Nonostante le gravi carenze di organico i pompieri hanno atteso spontaneamente in sede di servizio fino al cambio turno, rendendosi disponibili a continuare a lavorare il doppio a seguito delle numerose richieste dei cittadini, molti dei quali si sono recati di persona nelle sedi di servizio a chiedere aiuto per allagamenti e macchine bloccate dalle forti piogge. Ma non è stato possibile integrare il dispositivo di soccorso della Capitale a causa dell'assenza dei mezzi necessari a integrare il numero di squadre presenti". "Ancora una volta la scelta prioritaria è stata quella economica rispetto a quella sociale di soccorso alla cittadinanza - prosegue -. Ancora una volta i tagli indiscriminati si scaricano sulla popolazione e sui lavoratori creando enormi disagi ai primi e carichi di lavoro insostenibili ai secondi".
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, Cgil: "Pompieri bloccati per mancanza di mezzi"

RomaToday è in caricamento