Pulizia post incidente, Raggi ignora il problema: così a Roma una banale perdita d'olio blocca un intero quartiere

Siamo in via Satrico: dal 1 ottobre per olio sull'asfalto la carreggiata è dimezzata. La colpa? Di un bando più volte sollecitato, ma di cui l'amministrazione capitolina non si vuole occupare

Olio disperso sull'asfalto, i vigili che intervengono e recintano la macchia. Una strada dimezzata, con un pollaio che manda in tilt la viabilità dell'intero quartiere. Il tutto in attesa che qualcuno intervenga e si faccia carico della pulizia della strada. In mezzo i cittadini, esasperati da ormai 10 giorni e respinti dal rimpallo di responsabilità tra chi deve intervenire. Nella Roma degli ultimi anni anche una macchia d'olio può paralizzare un quartiere.

Per informazioni basta recarsi in questi giorni in via Satrico, all'incrocio con via Acaia. Qui il 1 ottobre un veicolo ha disperso dell'olio sull'asfalto. Un guasto meccanico, come tanti che possono verificarsi. Altrettanto banale sarebbe la soluzione: si richiede l'intervento di una ditta, viene sparsa della sepiolite (materiale ad hoc per assorbire l'olio) e dopo pochi minuti la strada può essere riaperta. 

Da gennaio 2014 però a Roma questo non avviene. La convenzione con la ditta incaricata non è stata rinnovata e da allora, delle pulizie post incidenti o per la semplice perdita di olio sull'asfalto, dovrebbe intervenire Ama. Dovrebbe perché la mansione non è nel contratto di servizio, non è cioè ricompresa nella Tari. L'azienda non è attrezzata, nè per la pulizia né per il secondo step del servizio, quello dell'incasso. Infatti il servizio potrebbe essere a costo zero per l'amministrazione, anzi potrebbe costituire un guadagno per lei o la sua partecipata Ama. Sì perché le ditte, a cui veniva data, a seguito di bando, la convenzione, dopo aver pulito, mandavano il conto alle assicurazioni delle auto coinvolte. Le ditte hanno ovviamente personale che pulisce le strade con i materiali idoneei e personale interno che si occupa di quello che può essere definito il recupero crediti. 

Pulizia post incidente, Raggi ignora il problema: così a Roma una banale perdita d'olio blocca un intero quartiere-3

Ama invece fa tutt'altro, non è attrezzata e da sei anni ormai si ritrova tirata in ballo in un servizio che non gli spetta. Da prassi come hanno funzionato le cose in questi sei anni? In caso di incidente i vigili chiamano, ma di fatto l'Ama dovrebbe dire "non è mia competenza". "In tanti", hanno raccontato negli anni alcuni vigili urbani a RomaToday, "di fatto fanno così. Poi ci sono gli operatori più disponibili che arrivano e puliscono". In questi anni si sono sprecati i casi come quelli di via Satrico. Strade, anche importanti e centralissime, chiuse per giorni per la mancata pulizia. Dopo giorni, spesso dopo proteste dei cittadini, Ama è intervenuta ma facendo presente, con lettere ufficiali degli amministratori delegati, indirizzate alle amministrazioni, che non è propria competenza. 

Il plurale non è casuale. Le lettere infatti si sprecano, come i direttori generali. Fortini durante gli anni di Marino, Bina, Bagnacani e Zaghis durante l'amministrazione attuale a guida cinque stelle. La richiesta? Sempre la stessa: un bando, una convenzione che consenta di trovare sul mercato una ditta attrezzata per fare questo lavoro. A lamentarsi, nel 2017, anche l'allora comandante della Polizia Locale Diego Porta (scelto da Raggi per sostituire Raffaele Clemente, ndr) che in sede di commissione dichiarava: "Ultimamente abbiamo due grossi problemi, il "presidio" delle buche e la mancanza della bonifica post incidente stradale, visto che Ama da mesi non interviene più: abbiamo segnalato da tempo questo problema all'amministrazione, che quindi ne è al corrente. È una situazione-  concludeva Porta- che per ore intere immobilizza le nostre pattuglie, che già sono poche, su alcuni tratti di strada".  Già, perché i vigili, quando non possono posizionare transenne o reti pollaio, devono presidiare in prima persona la macchia d'olio. 

Pulizia post incidente, Raggi ignora il problema: così a Roma una banale perdita d'olio blocca un intero quartiere-3

Insomma l'amministrazione Raggi sa, conosce bene il problema, ma tace e non interviene. Cosa servirebbe? Un bando, più volte sollecitato da Ama, dai vigili ed anche dalle opposizioni. Un bando a cui potrebbero partecipare in maniera trasparente più aziende, tra le quali si sceglierebbe la migliore. Una cosa semplice, a costo zero. 

Nel frattempo succedono eventi come quello di via Satrico che ricorda da vicino quanto accaduto quest'estate in via Albalonga. Allora intervenne il municipio VII con la proria ditta ed "anche oggi", spiega a RomaToday la presidente Monica Lozzi, "saremmo pronti ad intervenire. Abbiamo fondi a disposizione ma siamo bloccati perché la mancanza di pronuncia da parte dell'amministrazione capitolina, blocca le necessarie firme negli uffici municipali che temono sovrapposizioni di funzioni e quindi possibili ricorse e conseguenze". 

Così nel frattempo in via Satrico "il traffico è moltiplicato", raccontano i residenti. "E' un inferno di auto, con i clacson che impediscono anche solo di parlare". Tempi di percorrenza moltiplicati con le proteste che vengono portate ai vigili. La risposta? Tocca ad Ama. E Ama? Così rispondeva su via Albalonga quest'estate: "Le operazioni di pulizia e ripristino delle condizioni di sicurezza e viabilità non rientrano nel perimetro delle attività regolamentate dal Contratto di Servizio tra Ama e Roma Capitale. L’azienda è affidataria e titolare dei servizi di igiene urbana sul territorio comunale ma tra questi, come già ribadito in altre occasioni, non è compresa la rimozione dei resti dal manto stradale delle perdite dei veicoli e la conseguente messa in sicurezza e riapertura al traffico veicolare delle aree coinvolte".

L'amministrazione centrale tace e non dice nulla su un banale bando. 

Pulizia post incidente, Raggi ignora il problema: così a Roma una banale perdita d'olio blocca un intero quartiere-4

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pulizia post incidenti: tutti gli articoli su RomaToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento