rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Politica

Forza Italia si rafforza in Regione. Ufficiale il passaggio dei grillini Della Casa e Colarossi

In conferenza stampa l'ufficialità del cambio di casacca: "M5s deriva a sinistra, non parla più linguaggio moderato". Con cinque consiglieri FI è il secondo gruppo della maggioranza a sostegno del presidente Rocca

Malumori e dissidi interni, le recriminazioni nei confronti del leader politico Giuseppe Conte reo di non aver saputo ricucire quello strappo tra il movimento e i territori, di aver snaturato e distorto il partito originario. Il M5S a Roma e nel Lazio si sgretola lentamente. Gli eletti abbandonano la nave che affonda guidata da un capitano di cui non condividono la rotta. 

Della Casa e Colarossi dal M5s a Forza Italia

Sono passati a Forza Italia i consiglieri regionali Marco Colarossi e Roberta Della Casa, ex poresidente del IV municipio che dei grillini alla Pisana è stata anche capogruppo. "Forza Italia sta lavorando per costruire una dimora per tutti gli italiani che vogliono avvicinarsi a un progetto che punta a trasformare FI nel centro di gravità permanente della politica italiana",  ha detto il leader di FI, Antonio Tajani, presentando nella sede del partito i due nuovi arrivati. "Vogliamo chiamare eletti ed elettori di centro e centrosinistra che non condividono l'orientamento troppo a sinistra dei due partiti dell'opposizione ma anche a milioni che non vanno a votare perché in cerca del punto di riferimento credibile che gli permetta di sentirsi accompagnati in un momento di difficoltà oggettiva”. Tajani prova a spiegare le ragioni del doppio trasferimento: “Il M5S è nato nè di destra né di sinistra, se si sposta troppo a sinistra... succede anche nel PD. Non abbiamo promesso né posti né prebende. Sono manovali che come noi intendono costruire questa pietra angolare della politica per dare una classe dirigente. Da noi non ottengono nulla. Della Casa era capogruppo del M5s e ci ha rimesso. Il problema è politico. Ci sono due forze spostate molto a sinistra che si stanno sovrapponendo. Ci sono persone che cercano un percorso diverso. Chi aderisce se è persona perbene è benvenuto. I partiti vecchi protestano, ma sono loro che hanno cambiato la loro linea politica".

A Roma il M5S è una polveriera. Malumori anti Conte (e Taverna)

L'esodo dei portavoce grillini

"Questa è una squadra che ci ha accolto come una famiglia. Il progetto di FI mi convince appieno perché parla agli italiani lontani dalla politica che non si riconoscono nell'estremismo della destra e nella sinistra. Abbiamo assistito alla deriva del M5s che è troppo a sinistra e non non parla più un linguaggio moderato che invece ho trovato in FI", ha spiegato Della Casa. "La squadra di Rocca è affiatata e lavora per il bene dei cittadini”. Quanto al M5s “la mia - ha tenuto a sottolineare la neo consigliera forzista - non è una scelta di opportunità. Non rinnego quello che ho fatto e pensato. Non mi sarei candidata se il M5s avesse corso con Pd. Se in consiglio si deve sottostare a un accordo magari non scritto col Pd allora si fa una riflessione che mi porta a stare qui”. “Sono contento di entrare nella squadra di Forza Italia che mette al centro e valorizza i giovani con una struttura che è attiva e funziona. Entro da militante a disposizione del partito per portare i temi della nostra generazione all'attenzione della maggioranza di Rocca. Mai in passato ho fatto mistero di avere posizioni diverse da quelle del M5s. Sono stato eletto con le preferenze, e gli elettori mi hanno votato per le mie idee", ha detto Colarossi che con i suoi 23 anni è il più giovane consigliere regionale della storia del Lazio. 

Forza Italia più forte in Regione Lazio

Con i due nuovi ingressi il gruppo azzurro sale a cinque componenti e diventa per numeri il secondo dietro Fratelli d’Italia. "È ovvio che sul tavolo della Regione oggi le idee e le proposte di FI sono più forti. Questo è un fatto concreto. Vogliamo contare di più perché siamo di più. Però se dicessimo che domattina vogliamo un altro assessore smentiremmo tutto quello che abbiamo detto finora ma vogliamo fare sentire il nostro peso politico per dare risposte concrete ai cittadini e non per occupare poltrone”. 

Il M5s perde pezzi sui municipi

Intanto anche a livello municipale il M5s perde pezzi. Dalla Garbatella a Monteverde tre consiglieri municipali hanno scelto di aderire al gruppo misto. A Roma cadono stelle. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia si rafforza in Regione. Ufficiale il passaggio dei grillini Della Casa e Colarossi

RomaToday è in caricamento