Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Periferie, Lozzi boccia Angeli: “Basta propaganda, servono interventi concreti”

La presidente del Municipio VII all'attacco della delegata alle periferie di Roma Capitale

A sinistra Monica Lozzi, a destra Federica Angeli

Il Campidoglio non si dedica alle periferie come dovrebbe. E’ questa la sintesi del pensiero di Monica Lozzi. Un giudizio, quella della presidente del Municipio VII, che finisce per investire Federica Angeli.

L'attacco di Lozzi

“89mila euro l’anno dovrebbero essere più che sufficienti per lavorare sui temi reali delle periferie, ma evidentemente non è così” ha premesso Lozzi che, attraverso la propria pagina facebook, ha ricordato qual è il compenso percepito da Angeli. L’operato della giornalista, da ottobre delegata alla sicurezza ed alle periferie per scelta di Virginia Raggi, non sembra scaldare il cuore dell’ex pentastellata che presiede il municipio più popoloso di Roma.

Eventi estemporanei che non risolvono

“Mentre i drammi reali, come lo sfratto di tante famiglie,  restano senza soluzione, chi dovrebbe rappresentare e tutelare quelle famiglie preferisce distrarre l'attenzione su eventi estemporanei che non risolvono i problemi, né provano a farlo” si legge nel post di Lozzi che, per le prossime elezioni amministrative, è candidata Sindaco della lista REvoluzione Civica. Gli “eventi estemporanei” cui si fa riferimento, sono quelli organizzati con l’iniziativa “Spaccio Arte”. 

Angeli e Spaccio Arte

Da parte sua Federica Angeli, citando la Direzione Investigativa Antimafia, aveva spiegato che “nelle principali piazze di spaccio romano si registra un guadagno, ogni fine settimana, che va dai 200 a 250mila euro”. Per questo “andare ad occupare quei luoghi con la bellezza” organizzandovi eventi culturali, avrebbe fatto “un danno incalcolabile per la criminalità romana”. L’iniziativa però non ha convinto la presidente Lozzi che, ha spiegato in un post Federica Angeli, “si è rifiutata di aderire al progetto”.

Spaccio Arte alla Romanina 

Spaccio Arte è comunque stata organizzata anche in via Barzilai, “dove abitano molti dei Casamonica” ha sottolineato Angeli. L’iniziativa è però stata realizzata grazie “alle donne d’uno dei miei comitati che porto nel cuore – ha scritto la delegata del comune – quello della Romanina”.

Le case popolari e gli stornelli romani

Ma per la presidente del Municipio VII sono altri i temi sui quali, l’azione di chi ha la delega alle periferie, dovrebbe occuparsi. “ Ci sono famiglie che, ad esempio nelle case Ater di Nuova Ostia, hanno ricevuto la lettera di sfratto e stanno per essere trasferite come pacchi postali. Ma qual è la risposta del Comune rispetto a questo tema? Il Campidoglio, che non si è mai occupato del problema delle case popolari, preferisce evidentemente puntare sugli stornelli romani” che hanno, in effetti, caratterizzato una serie di appuntamenti di SpaccioArte. La differenza di vedute è evidente. Per Lozzi, quella messa in campo, “è solo propaganda”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Periferie, Lozzi boccia Angeli: “Basta propaganda, servono interventi concreti”

RomaToday è in caricamento